QR code per la pagina originale

Nvidia rivela la GeForce GTX 1650 GPU

La nuova GeForce GTX 1650 GPU salirà a bordo di circa 80 portatili entro la fine mese con prestazioni in grado di accontentare i gamer di fascia media.

,

Nvidia ha contribuito a svelare una nuova linea di portatili con a bordo la sua nuova GeForce GTX 1650, una GPU dal prezzo interessante e capace di offrire prestazioni nella media, per un gaming non solo occasionale. La scheda in modalità standalone, per i PC, ha un cartellino di 149 dollari, decisamente più basso e abbordabile, così come le configurazioni sui portatili, con prezzi di partenza di 799 dollari. Peculiarità della GPU è la presenza dell’architettura Turing di Nvidia, un grande passo avanti nelle prestazioni delle precedenti schede basate su Pascal.

Nvidia ha rivelato che oltre 80 modelli di notebook per gaming GTX con la serie 16 debutteranno nel corso di questo mese, grazie al lavoro di partner e produttori come Acer, Dell e MSI. “Lo facciamo con prezzi che porteranno Turing ad una configurazione laptop molto più conveniente di quanto fosse possibile prima” – ha dichiarato Mark Aevermann, direttore del product management per GeForce di Nvidia.

L’azienda e i fornitori principali intendono rivolgersi al pubblico che necessita di un nuovo hardware per giocare, ma senza prosciugare il portafoglio. Secondo Aevermann, il 75% della base di installazione del laptop GeForce ha una GTX 960M, che Nvidia ha introdotto quattro anni fa, o una configurazione addirittura precedente. Il senso è dunque soddisfare le esigenze di tali consumatori, che richiedono prestazioni e flessibilità, a prezzi ridotti.

Per tutti gli altri, Nvidia ha svelato anche la 1660 Ti, capace di migliorare di quattro volte la precedente 960M. Questa permetterà di far girare ambienti frenetici, come Fortnite e Apex Legends, a 100 frame al secondo. I notebook con a bordo la GeForce GTX 1660 Ti sfruttano i miglioramenti di rendering e ombreggiatura di Turing ma non il ray tracing (un nuovo tipo di tecnologia per la rappresentazione di luci e ombre in maniera realistica) come le più costose schede RTX. Nonostante ciò, la 1660 soddisfa i requisiti minimi per la realtà virtuale, quindi chi possiede un device HTC oppure Oculus potrà agganciarlo al notebook e divertirsi con il VR.