QR code per la pagina originale

iPad Pro: presto antenne migliorate, 5G nel 2021

La prossima versione di iPad Pro incorporerà delle antenne più efficienti, mentre dal 2021 Apple potrebbe introdurre la compatibilità alle reti 5G.

,

La linea iPad Pro, quella dei tablet professionali di Apple, potrebbe essere presto rinnovata con delle antenne più efficienti. È quanto rivela Ming-Chi Kuo, analista solitamente molto affidabile sul conto della mela morsicata, nel prevedere l’inclusione a breve di antenne migliorate, a cui si aggiungerà il 5G nel 2021.

Apple sarebbe già al lavoro sulla nuova generazione degli iPad Pro, dei tablet che dovrebbero mantenere il design borderless degli attuali modelli in commercio, rinnovati però sul fronte hardware con l’inclusione di un processore A13. Secondo quanto riferito da Kuo, la produzione dovrebbe partire entro l’ultimo quarto del 2019, per una distribuzione nei negozi a partire nei primi mesi del 2020. Tra i vari miglioramenti di questa edizione, l’esperto ipotizza anche l’inserimento di antenne più efficienti per connessioni più stabili.

Gli iPad Pro in arrivo il prossimo anno vedranno anche un cambiamento nei loro circuiti interni, con il ricorso alle “LCP Soft Board”, ovvero create con polimeri di cristalli liquidi. Questa soluzione potrebbe permettere ad apple di inserire circuiti flessibili nel device, una scelta che Kuo vede propedeutica all’inserimento di modem 5G nei tablet. Secondo l’esperto, tuttavia, il supporto alle nuove reti non arriverà prima dell’inizio del 2021, ovvero qualche mese dopo dal lancio del primo iPhone 5G.

AppleInsider sottolinea come le soluzioni LCP potrebbero essere usate, in particolare, proprio per collegare le antenne alla scheda logica di iPad Pro, garantendo una minore riduzione di potenza e di segnale, incrementando quindi la stabilità delle connessioni sia WiFi che alla rete cellulare. Queste componenti potrebbero essere fornite da una società chiamata Murata, ma al momento non vi sono precise conferme in merito.

Conoscendo la proverbiale riservatezza di Apple, non giungeranno particolari dettagli da Cupertino: non resta che attendere, di conseguenza, eventuali leak dai distretti produttivi asiatici.

Fonte: AppleInsider • Immagine: Unsplash