QR code per la pagina originale

iPhone: Apple vuole un Touch ID nello schermo?

Apple potrebbe includere in iPhone la scansione delle impronte nello schermo, nonostante la presenza di Face ID: lo svela un nuovo brevetto.

,

Apple potrebbe non aver detto l’ultima parola su Touch ID, il sistema per il riconoscimento delle impronte digitali dell’utente. Nonostante il gruppo abbia da tempo sposato nei suoi smartphone Face ID, ovvero la scansione tridimensionale dei volti, l’azienda potrebbe decidere di resuscitare la vecchia tecnologia. Un recente brevetto, infatti, mostra le intenzioni della società californiana di inglobare la lettura delle impronte nello schermo dei dispositivi.

Il brevetto, reso noto da Patently Apple, mostra una soluzione abbastanza innovativa per la scansione delle impronte digitali in-screen di iPhone, abbastanza differente rispetto a quelle scelte da altri produttori. Anziché basarsi su un singolo sensore agli infrarossi, oppure agli ultrasuoni come in alcune applicazioni, la mela morsicata vorrebbe approfittare di Touch ID con sensori multipli.

Da quanto si apprende dalla documentazione, Apple starebbe pensando a un nugolo di fotocamere nell’area dello schermo su cui vengono adagiate le dita, approfittando di un sistema di microfori nel pannello LCD oppure OLED dello schermo. Tali obiettivi potrebbero essere in grado non solo di ottenere una scansione precisa delle impronte digitali, ma anche di analizzarle nelle loro tre dimensioni, per il massimo della precisione.

Non è il primo brevetto che Apple registra sul fronte delle tecnologie Touch ID integrate nello schermo, con il più interessante lo scorso anno, con l’intenzione di rendere qualsiasi porzione del display capace di riconoscere le impronte, indipendentemente dalla posizione delle dita. Eppure, come spesso accade per i brevetti targati Apple, non è detto che la registrazione venga effettivamente tradotta in un prodotto reale.

Effettivamente, non avrebbe troppa utilità inserire sia Touch ID che Face ID all’interno di un device, considerato come il livello di sicurezza garantito dalle fotocamere True Depth sia notevolmente maggiore rispetto a quello offerto – comunque ottimo – della scansione delle impronte digitali. In ogni caso, una simile accoppiata non sembra essere in previsione per il futuro iPhone XI.