QR code per la pagina originale

Gmail spia e salva i nostri acquisti

Come riporta CNBC, sulla casella di posta Google tutti gli acquisti online dell'utente vengono salvati all'interno di una sorta di lista acquisti.

,

Un vero e proprio calcio alla privacy su Gmail. Come riporta CNBC, infatti, sulla casella di posta Google tutti gli acquisti online dell’utente vengono salvati all’interno di una sorta di lista acquisti collegata all’account bigG.

L’elenco memorizzato da Google è rintracciabile a questo link e viene raccolto dal colosso di Mountian View sulla base delle email di conferma che vengono spedite all’indirizzo Gmail una volta terminato un’acquisto online.

Dal canto suo, bigG ha risposto dichiarando che la lista può essere vista solamente dagli utenti Google e che ogni transazione può essere cancellata. Come fare? È sufficiente cliccare sopra la lista, selezionare il pulsante “i”, cliccare sulla finestra “Da dove arriva?” (l’acquisto), chiedere di risalire all’email originale e cancellarla.

Cancellata l’email di conferma relativa all’acquisto, scomparirà di conseguenza anche il riferimento all’interno di questa lista (fino ad oggi sconosciuta). Non sembra possibile cancellare tutta la lista in toto, ma solo una singola transizione per volta.

Dalle prime ipotesi, si pensa che questa lista sia attiva dal 2012. Lo storico degli acquisti relativi all’account Google vengono registrati anche da Google Express, Google Play Store e da Google Assistant.

Non una violazione della privacy, ma come riferisce un portavoce di Google una soluzione pensata per andare incontro agli utenti tenendo traccia di tutti gli acquisti online. Informazioni quindi non sfruttate poi da Google a scopi pubblicitari, ad esempio per foraggiare la sua piattaforma Google Adsense. Così, almeno, è quello che fanno sapere dai piani alti del colosso di Mountain View.

Sempre di oggi la notizia (bomba) di Google che toglie la licenza Android a Huawei in seguito all’ordine esecutivo firmato da Donald Trump e che permette al governo di bloccare l’acquisto di apparecchiature per telecomunicazioni di origine straniera.