QR code per la pagina originale

Apple acquisisce Tueo Health, startup per l’asma

Apple ha acquisito Tueo Health, una startup specializzata nel monitoraggio dell'asma: il gruppo di Cupertino è sempre più interessato alla salute.

,

Apple ha acquisito Tueo Health, una startup specializzata nel monitoraggio dei disturbi dell’asma. È quanto rende noto CNBC, così come riferisce MacRumors, sebbene l’accordo fra i due gruppi non sia recente: risalirebbe, infatti, alla seconda metà del 2018. Come sua consuetudine, la società di Cupertino non ha voluto fornire dettagli sulle proprie strategie.

La notizia sarebbe emersa quando il CEO e il COO di Tueo Health, rispettivamente Brownwyn Harris e Anura Patil, hanno modificato i loro curriculum passando dalla loro startup ad Apple. Le testate a stelle e strisce hanno quindi indagato, scoprendo una recente acquisizione da parte del gruppo di Cupertino.

Tueo ha a lungo lavorato su applicazioni dedicate al monitoraggio dell’asma, tramite degli speciali sensori esterni, particolarmente utili per i bambini. Indossando un dispositivo di respirazione, ad esempio durante il riposo notturno, quest’ultimo può segnalare ai genitori eventuali problemi respiratori, grazie all’applicazione abbinata presente sui loro smartphone. Il software elaborato è anche in grado di raccogliere dettagli e informazioni aggiuntive, ad esempio la frequenza respiratoria e altri valori biometrici, per aiutare i genitori e i medici a determinare il tipo di disturbo di cui il figlio è affetto.

Non stupisce che Apple abbia manifestato il proprio interesse verso una simile startup, considerando come la società californiana stia già da tempo investendo sul fronte della salute. Non solo con Apple Watch, un dispositivo sempre più orientato a uno stile di vita salutare e oltretutto capace di effettuare elettrocardiogrammi direttamente dal polso, ma anche con altri e inediti device. Ad esempio, da tempo si parla di un dispositivo in via di progettazione in quel di Apple Park, in grado di monitorare il riposo per aiutare il paziente a rimuovere tutti quegli elementi che potrebbero generare insonnia. Come già accennato, Apple non ha voluto commentare le ragioni e i piani alla base di questa acquisizione.

Fonte: MacRumors • Immagine: AntonioGuillem via iStock