QR code per la pagina originale

Epic Games acquista Houseparty, app di videochat

Epic Games, software house famosa per Fortnite, ha acquisito l'applicazione di videochat Houseparty, popolare soprattutto tra i teenager.

,

Epic Games, software house famosa per aver sviluppato i battle royale Fortnite, ha acquisito l’applicazione di videochat Houseparty, popolare soprattutto tra i teenager.

Houseparty – per chi non la conoscesse – è una sorta di mix fra FaceTime e Snapchat che permette agli utenti di prendere parte a video conversazioni di gruppo fino ad un massimo di otto utenti, e conversazioni private che scompaiono dopo 24 ore.

Entrare in Epic è un grande passo avanti nel raggiungimento della nostra missione di portare empatia nella comunicazione online – ha dichiarato Sima Sistani, co-fondatrice e CEO di Houseparty -Abbiamo una visione comune per rendere l’interazione umana più facile e più divertente, e sempre nel rispetto della privacy degli utenti.

Al momento non è ancora chiaro cosa farà esattamente Epic Games con questa nuova acquisizione, anche se c’è già nell’aria la speculazione (suggestiva) che Epic possa realizzare la sua app di social video.

Il publisher videoludico è stato valutato 15 miliardi di dollari a fine del 2018 e recentemente ha lanciato il suo store di videogiochi – Epic Games Store – che fa concorrenza ad un colosso del digital delivery come Steam. L’aggiunta di una componente di chat video potrebbe proprio portare lo store Epic a competere con Origins e Steam con un’arma in più.

Tra l’altro l’acquisizione di Houseparty arriva in un momento delicato: gli utenti del servizio non crescono più dal 2017. Secondo le ultime stime, Houseparty dovrebbe avere circa 35 milioni di utenti, la maggior parte dei quali ha meno di 24 anni.

Per spingere i giocatori a spostarsi su Epic Games Store, la società ha deciso di regalare un gioco a settimana agli utenti della sua piattaforma, da qui fino alla fine del 2019. L’annuncio è arrivato sul palco dell’E3 2019 andato in scena in questi giorni.

Fonte: Engadget • Immagine: wikipedia