QR code per la pagina originale

MacBook Pro 15: richiamo da Apple per le batterie

Apple ha avviato un piano di richiamo per alcuni MacBook Pro prodotti tra il 2015 e il 2017, a causa di un problema di surriscaldamento delle batterie.

,

Apple ha annunciato un piano di richiamo per alcuni MacBook Pro da 15 pollici, prodotti tra il 2015 e il 2017. Secondo quanto reso noto dalla società di Cupertino, questi laptop vedono integrata una batteria che potrebbe surriscaldarsi, rappresentando così un rischio per la sicurezza dell’utente. Il gruppo californiano provvederà quindi alla sostituzione gratuita della componente, senza nessun onere da parte del proprietario del Mac.

Così come già accennato, il piano di richiamo riguarda un numero limitato di MacBook Pro da 15 pollici, prodotti tra il settembre del 2015 e il febbraio del 2017. Nessun altro laptop targato mela morsicata è affetto dalla problematica, come ad esempio gli esemplari della linea MacBook Pro da 13 pollici, MacBook o MacBook Air. Non bisogna tuttavia sottovalutare l’annuncio del gruppo di Cupertino: le batterie, quando non perfettamente funzionanti o soggette a surriscaldamento, possono comportare conseguenze anche gravi come l’esplosione.

Per verificare se il proprio MacBook Pro sia compreso nel piano di richiamo voluto da Apple, è sufficiente collegarsi all’apposita pagina predisposta dal gruppo sul proprio sito ufficiale e inserire il numero di serie del prodotto. È possibile rinvenire questo codice semplicemente scegliendo l’opzione Apple dalla barra superiore di macOS e l’opzione “Informazioni su questo Mac”: il dato è riportato nel pannello “Panoramica”.

In caso la verifica del numero di serie dovesse confermare la necessità di una sostituzione, è possibile procedere all’intervento gratuito direttamente negli Apple Store, tramite un fornitore di servizi autorizzato da Apple oppure chiedendo supporto all’assistenza telefonica per scoprire tutte le alternative possibili. Così come comunica la società in una breve nota online, la sostituzione potrebbe richiedere un’attesa di una o due settimane a seconda della disponibilità. Inoltre, è buona norma effettuare un backup del proprio laptop prima di consegnarlo agli addetti dell’assistenza tecnica.