QR code per la pagina originale

Tesla, il nuovo chip sulle vecchie auto quest’anno

Tesla offrirà l'upgrade al nuovo chip FSD per abilitare i nuovi sevizi di guida assistita sulle vecchie auto compatibili, entro la fine dell'anno.

,

Elon Musk ha fatto sapere che il retrofit per poter installare il nuovo chip che gestisce i sistemi di guida assistita per le sue “vecchie” auto elettriche, arriverà verso la fine dell’anno. Trattasi del noto chip che la società ha realizzato internamente per le sue autovetture. Tesla dice che offre 21 volte le prestazioni dei chip Nvidia che sostituisce.

Come noto, questo chip viene installato di serie sulle nuove Model S, Model X e Model 3, ma Musk aveva affermato che Tesla avrebbe iniziato ad offrire nei mesi successivi kit di upgrade agli attuali possessori di Tesla che hanno acquistato il pacchetto “Full Self-Driving”. Oltre ad essere più potente, il nuovo hardware costa circa il 20% in meno rispetto a quello di precedente generazione.

L’upgrade al nuovo chip FSD sarà offerto gratuitamente, come detto, a tutti i possessori di Tesla che hanno pagato il pacchetto aggiuntivo “Full Self-Driving”. Sono circa 500.000 macchine, secondo la stima di Musk.

Il vantaggio della nuova piattaforma si vedrà soprattutto nel lungo periodo. Grazie al nuovo chip ed alla maggiore potenza di calcolo, Tesla potrà implementare soluzioni di guida assistita sempre più raffinate sino ad arrivare, in futuro alla vera guida autonoma.

Presto, dunque, anche molti proprietari di “vecchie” Tesla potranno disporre di questa nuova piattaforma hardware in grado di aprire nuovi orizzonti ai sistemi di assistenza alla guida. Grazie a questo nuovo chip, le auto elettriche americane potranno, in futuro, entrare a far parte del progetto “Robotaxi“, un servizio di ride-sharing in cui le auto, quando non sono utilizzate, possono essere sfruttate come dei taxi a guida autonoma per generare entrare per i clienti.