QR code per la pagina originale

iPhone: nel 2021 impronte e Face ID insieme

Apple potrebbe includere un Touch ID in-screen negli iPhone del 2021, insieme al già esistente Face ID: è quanto spiega Ming-Chi Kuo.

,

iPhone potrebbe incorporare, nell’edizione prevista da Apple per il 2021, sia un lettore d’impronte digitali che il sistema di riconoscimento facciale Face ID. È quanto sostiene Ming-Chi Kuo, uno degli analisti più affidabili sul fronte della mela morsicata, in una nota consegnata in questi giorni agli sviluppatori. Un cambio di strategia per Cupertino, se l’indiscrezione dovesse trovare conferma, considerando come Apple abbia da tempo perso interesse per le impronte digitali, se non sugli iDevice di fascia medio-bassa.

Secondo quanto riferisce Ming-Chi Kuo, Apple sarebbe interessata alle nuove tecnologie per la lettura delle impronte digitali in-screen: sebbene già da qualche mese disponibili sugli smartphone della concorrenza, il gruppo di Cupertino avrebbe deciso di aspettare tempi più maturi, quando il sistema risulterà sufficientemente fluido e affidabile per gli standard della mela morsicata.

Stando all’analista, Apple avrebbe in programma di risolvere alcune problematiche hardware e software entro i 18 mesi, per includere ufficialmente un lettore d’impronte sotto lo schermo dei suoi iPhone. Questa scelta, tuttavia, non porterà all’eliminazione di Face ID: i due sistemi saranno destinati a una pacifica convivenza.

Difficilmente il sistema in-screen potrà fare la sua apparizione negli iPhone previsti per il 2020, poiché la fase di sviluppo sarebbe ancora a livelli embrionali e molti gli intoppi da risolvere. Tuttavia, per i successori del 2021 questo progetto potrebbe effettivamente divenire realtà.

Non è dato sapere, almeno al momento, le ragioni che potrebbero aver spinto Apple a garantire un’esistenza contemporanea sia a Face ID che alla futura versione in-screen di Touch ID. La scansione tridimensionale del volto appare come un sistema più stabile e sicuro rispetto alle impronte digitali, queste ultime comunque in grado di garantire un ottimo livello nella protezione dei dispositivi e della privacy. Probabilmente, Apple vuole offrire un’opzione per tutti i nostalgici di Touch ID che, pur rimanendo una porzione assai ridotta degli utenti di Cupertino, lo rimpiangono sui social sin dall’introduzione di iPhone X.