QR code per la pagina originale

Google superata da Baidu nel mercato smart speaker

Google cede il secondo posto all'azienda cinese Baidu nel mercato degli smart speaker, entrambe sovrastate da Amazon.

,

Secondo quanto riportato dall’agenzia di analisi Canalys, il mercato degli smart speaker è cresciuto del 55,4% rispetto all’anno precedente, registrando ben 26,1 milioni di pezzi distribuiti. Amazon ha continuato a essere in testa, con 6,6 milioni di unità consegnate nei mesi di aprile, maggio e giugno 2019. Google, tuttavia, ha ceduto il secondo posto a Baidu, gigante cinese delle ricerche online, e ora si trova in terza posizione. Nell’ultimo anno, Baidu è infatti cresciuta del 3.700% per raggiungere i 4,5 milioni di unità distribuite (superando così i 4,3 milioni di smart speaker Google).

La repentina crescita di Baidu è stata attribuita al marketing aggressivo e alle campagne go-to-market. È stato particolarmente efficace sul fronte smart display, che hanno rappresentato il 45% dei prodotti spediti. Cynthia Chen, analista presso Canalys Research ha osservato:

L’interesse degli operatori di rete locali nei confronti degli smart display è aumentato di recente. Ciò fa ben sperare per Baidu, in quanto ha poca concorrenza nella categoria di questi dispositivi e ciò gli permette di dominare nel canale degli operatori.

Canalys suggerisce che che Google dovrebbe introdurre un portfolio rinnovato di smart speaker per destare nuovamente l’interesse dei consumatori. Il dispositivo Google Home non è stato aggiornato dal lancio e sfoggia ancora l’aspetto di un deodorante per ambienti; Home Mini, allo stesso modo, non ha ricevuto molto più di un cambio di colore. Al contrario, l’attenzione di BigG negli ultimi tempi è stata posta nel facilitare l’integrazione di Assistant ai produttori di dispositivi tecnologici, oltre che agli smart display.

Detto questo, sia Amazon che il gigante di Mountain View hanno rivolto la loro attenzione ai mercati non statunitensi nel secondo trimestre, sempre secondo la fonte. Infatti, il 50% delle spedizioni di smart speaker Amazon erano previste fuori dagli Stati Uniti nel secondo trimestre, rispetto al 32% nello stesso periodo dell’anno scorso. Così come il 55% di quelle di BigG (in crescita rispetto al 42% nel secondo trimestre del 2018).