QR code per la pagina originale

Google Pixel Watch, avrà la fotocamera?

Google ha depositato un brevetto di uno smartwatch con una fotocamera al centro del quadrante, il che alimenta ancora i rumor sul lancio di Pixel Watch.

,

Il tanto vociferato Google Pixel Watch di cui tanto si è parlato ancora non è stato annunciato ufficialmente dal colosso di Mountain View, ma ora spuntano sul web dei brevetti che danno forma ai rumor oltre ad offrire qualche interessante novità su quello a cui starebbe lavorando bigG.

Il brevetto è stato scovato dai ragazzi di LetsGoDigital e mostrano uno smartwatch – un possibile Google Pixel Watch quindi – con una caratteristica che ha letteralmente stupito tutti: una fotocamera.

Come mostrano i disegni del brevetto, al centro del quadrante, dove si incontrano le lancette, trova posto il sensore di una piccola fotocamera. Ancora non si conoscono maggiori dettagli sulla qualità del sensore. Quello che è sicuro è che Google con il suo primo smartwatch potrebbe lanciare sul mercato il primo modello con una fotocamera. O quasi.

In realtà, infatti, all’inizio del 2019 Nubia ha lanciato il modello Alpha che dispone di una fotocamera da 5 megapixel. Tra l’altro la fotocamera del Nubia Alpha si è anche dimostrato un prodotto discreto, con la possibilità inoltre di esportare facilmente gli scatti in un’app per smartphone. Tuttavia va considerato che – essendo indossato ovviamente al polso – non è facilissimo ottenere fotografie con un’angolazione eccellente.

Un problema fisiologico che potrebbe avere anche il non ancora ufficiale Google Pixel Watch, sempre che quello del brevetto sia il progetto finale dello smartwatch di bigG (il che è abbastanza improbabile).

Si parla di Pixel Watch da ormai più di un anno e se bigG sta depositando brevetti significa che ancora non è chiarissimo quale sarà la versione definitiva e la fotocamera è probabilmente solo una delle tante possibilità prese in considerazione dalla società americana per il suo indossabile. Basti pensare al brevetto di un cinturino con magneti di cui si è parlato lo scorso aprile.