QR code per la pagina originale

Apple Watch Series 2-3: piano sostituzione schermo

Apple lancia un piano di riparazione gratuito per gli Apple Watch Series 2 e Series 3 in alluminio, affetti dalla rottura del vetro di protezione.

,

Apple ha annunciato un piano di sostituzione dello schermo per gli Apple Watch Series 2 e gli Apple Watch Series 3, nella loro versione con scocca in alluminio. Alcuni di questi smartwatch, infatti, sarebbero soggetti alla rottura del vetro in prossimità dei bordi in alluminio, per un problema in fase di produzione. Il numero di device coinvolti sarebbe però ridotto, poiché danni al pannello di protezione del display si manifesterebbero “in circostanze davvero rare”.

Il piano di riparazione e sostituzione senza costi è stato annunciato da Apple sul proprio sito ufficiale, dove vengono riportate tutte le informazioni utili per verificare se l’Apple Watch in proprio possesso sia compreso nel richiamo, quindi le caratteristiche del guasto coperto dall’iniziativa.

Così come illustrato dalla stessa documentazione, il guasto si presenta con una rottura del vetro lineare attorno ai bordi, sia parzialmente che per tutto il perimetro del quadrante. Non tutti gli Apple Watch sono però inclusi nel piano di riparazione, solo queste edizioni in alluminio sono comprese dal programma di Cupertino:

  • Apple Watch Series 2, prodotti tra il settembre 2016 e il settembre 2017;
  • Apple Watch Nike+ Series 2, ottobre 2016 – ottobre 2017;
  • Apple Watch Series 3, settembre 2017 – settembre 2019;
  • Apple Watch Nike + Series 3, ottobre 2017 – settembre 2019.
Apple Watch guasti

Non sono quindi coperti dal piano gli Apple Watch Series 4, poiché non coinvolti da questa problematica, né gli smartwatch Apple realizzati in altri materiali per la scocca, come l’acciaio o la ceramica.

Per accedere al programma, è necessario portare il dispositivo in Apple Store – preferibilmente fissando un appuntamento con il Genius Bar – oppure affidandosi a un Apple Authorized Service Provider. La riparazione richiede circa 5 giorni e, naturalmente, il dispositivo verrà ispezionato prima di offrire l’intervento gratuito: è necessario escludere, infatti, danni che siano imputabili all’uso non corretto da parte dell’utente.