QR code per la pagina originale

iPhone 11: conferma dei nomi, al lancio iOS 13.1?

Appare su Twitter la conferma dei nomi per gli ormai imminenti nuovi iPhone, ma vi sono incongruenze sulla release di iOS 13: ecco i dettagli.

,

A pochi giorni dall’atteso evento Apple, previsto per il 10 settembre, emergono importanti indiscrezioni sui nuovi smartphone targati mela morsicata. Da un documento pubblicato dall’account Twitter “AppleBeta2019”, noto in passato per rivelazioni veritiere sul conto di Cupertino, emergono infatti i nomi definitivi degli iPhone in arrivo. Ma vi è, tuttavia, qualche incongruenza sul fronte di iOS 13.

Il documento in questione, lungo 10 pagine e ricavato da una newsletter apparentemente inoltrata ai partner di distribuzione di Cupertino, contiene una guida sulla vendita dei prossimi iPhone. Si apprende quindi come, almeno per i top di gamma del gruppo, Apple abbia definitivamente optato per le definizioni iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max, rinunciando invece al precedente iPhone XI.

Dei dispositivi sono riportati anche i codici interni – rispettivamente “N104”, “D42” e “D43” – ma al momento non è chiaro se questa suddivisione includa già il successore di iPhone XR oppure se, in alternativa, quest’ultimo modello godrà di una release separata.

Il fatto curioso è notare come, sempre dalle 10 pagine in questione, Apple avrebbe informato i suoi partner della distribuzione dei device con iOS 13.1 precaricato. Una scelta davvero insolita, considerando come iOS 13 non sia giunto ancora nelle mani dei consumatori finali e, naturalmente, come la prima beta di iOS 13.1 sia stata consegnata agli sviluppatori soltanto da pochissimi giorni. Ancora, lo stesso documento – così come riferito da AppleInsider – riporta per il mese di ottobre il rilascio dell’aggiornamento intermedio iOS 13.0.1: la timeline delle release, di conseguenza, risulta tutto fuorché congruente.

Un dettaglio, quello poc’anzi elencato, che sta facendo dubitare molti sull’autenticità del documento: Apple non è infatti solita imbattersi in simili errori, anche abbastanza grossolani. Non è vi è altro da fare, di conseguenza, che attendere l’evento del 10 settembre, per scoprire quali di queste indiscrezioni verranno effettivamente confermate dal palco dello Steve Jobs Theater.