QR code per la pagina originale

Google, calcolo da 10mila anni risolto in 3 minuti

Grazie a un computer quantistico, sembrerebbe che Google sia riuscita a risolvere un calcolo da 10mila anni in appena tre minuti.

,

A quanto pare, Google avrebbe costruito un computer quantistico più potente dei migliori supercomputer del mondo. Un articolo interno alla società pare sia trapelato temporaneamente online nei giorni scorsi, secondo quanto riportato dal Financial Times, e affermava che il processore del computer quantistico ha permesso di eseguire un incredibile calcolo in poco più di 3 minuti. Tale calcolo, infatti, richiederebbe 10mila anni sul Summit di IBM, il computer commerciale più potente del mondo, secondo quanto riferito da BigG.

Di conseguenza, i ricercatori di Google hanno lanciato il termine “supremazia quantistica”, poiché il loro computer pare possa svolgere compiti che altrimenti non potrebbero essere svolti. Il documento interno alla società riportava:

Per quanto ne sappiamo, questo esperimento segna il primo calcolo che può essere eseguito solo su un processore quantico.

Il gigante della tecnologia ha svelato il suo chip per computer quantistico a 72 qubit Bristlecone nel marzo 2018, dicendo che era “ottimista che la supremazia quantistica potesse essere raggiunta con esso”. Tuttavia, l’esperimento di cui sopra non sarebbe stato portato a termine con Bristlecone, ma con Sycamore, una versione ridotta del chip a “soli” 53 qubit.

Il calcolo quantistico, che può valutare contemporaneamente più possibilità, sarà in tutta probabilità usato per simulazioni di fisica e chimica che non si possono svolgere con i computer classici, i quali non sono in grado di simulare sostanze chimiche complesse. Il computer quantistico potrebbe anche creare nuovi farmaci e pannelli solari, aiutare a sviluppare l’intelligenza artificiale e le auto a guida autonoma e persino gestire portafogli di investimento.

Intanto il colosso di Mountain View ha aggiunto alle proprie pagine di ricerca una serie di Easter Egg dedicati a Friends, per festeggiare i 25 anni della nota serie TV.