QR code per la pagina originale

Steam, versione beta testa giochi in locale online

Il nuovo client beta di Steam include la funzione Remote Play Together, che consente agli utenti di giocare online i titoli in multiplayer locale.

,

Valve ha annunciato nei giorni scorsi una funzionalità chiamata Remote Play Together che avrebbe permesso ai giocatori di giocare online ai titoli in locale. Adesso emerge che l’ultimo client beta di Steam include proprio questa feature, la quale potrebbe rivelarsi molto interessante per coloro che non hanno persone fisicamente vicine con cui giocare ma vorrebbero comunque cimentarsi in esperienze multiplayer.

L’aspetto più appetitoso è che soltanto l’ospite avrà bisogno della copia del gioco, tutti gli altri necessiteranno solo di un controller o di mouse e tastiera (previa autorizzazione). Peraltro, gli utenti potranno giocare l’uno con l’altro anche su sistemi operativi diversi – per esempio un utente Mac potrebbe unirsi alla partita di un utente Windows – e grazie alla chat vocale avranno la possibilità di comunicare come se stessero nella medesima stanza. È molto probabile che, essendo una beta, ci saranno dei problemi: Valve ha dichiarato di essere concentrata sul miglioramento della compatibilità e della stabilità della rete durante la fase di test. In ogni caso potrebbe valere la pena provare la funzionalità nel caso in cui non si riuscisse a vedere i propri amici in settimana per una partitella faccia a faccia. E, in alcuni casi, potrebbe essere l’unica soluzione per giocare online. Nonostante il multiplayer online nativo sia un elemento di base di molti giochi, alcuni titoli insistono sull’esperienza in locale: il Remote Play Together di Steam mira dunque a ridurre il divario tra le due modalità.

A proposito della piattaforma di Valve, nei mesi scorsi è emersa un’indiscrezione secondo cui la libreria di Steam potrebbe essere supportata da Google Stadia, sistema gaming di BigG che si fonda sul cloud computing.