QR code per la pagina originale

Google Stadia non raggiunge i 4K, BigG risponde

Pare che Google Stadia non raggiunga i 4K promessi, così la società ha affrontato il problema in una dichiarazione ufficiale.

,

Google Stadia ha esordito circa una settimana fa, segnando il debutto del colosso della ricerca nel mercato dei videogiochi. Tuttavia, sono già iniziate a emergere le prime critiche da parte degli utenti: pare infatti che i titoli non raggiungano la risoluzione 4K promessa dagli sviluppatori.

Chiunque si fosse abbonato al servizio Stadia Pro ha a disposizione un paio di giochi gratuiti, Samurai Shodown e Destiny 2 La collezione, ai quali si aggiungono una ventina di altri titoli resi disponibili al lancio della piattaforma. Sebbene la società avesse riferito, nei mesi precedenti al debutto del suo servizio basato su cloud gaming, che Google Stadia avrebbe raggiunto la risoluzione Ultra HD e i 60fp stabili con HDR, gli utenti hanno fatto notare che Destiny 2 raggiunge appena i 1080p, mentre Red Dead Redemption 2 arriva a 1440p solo tramite upscaling.

Così, l’azienda di Mountain View ha rilasciato una dichiarazione ufficiale per affrontare il problema, sebbene sia un po’ difficile da decifrare. Avrebbe infatti dichiarato:

Stadia fa girare i giochi in streaming a 4K e 60fps – e questo include tutti gli aspetti della nostra pipeline grafica, dal gioco allo schermo: GPU, encoder e Chromecast Ultra tutti in uscita su TV da 4K a 4K, con la dovuta connessione internet. Gli sviluppatori che realizzano i giochi per la nostra piattaforma lavorano duramente al fine di offrire la migliore esperienza streaming per ogni titolo. Come è possibile vedere anche sulle altre console, ciò include una varietà di tecniche per ottenere la migliore qualità generale. Offriamo agli sviluppatori la massima libertà su come ottenere la migliore qualità dell’immagine e framerate su Google Stadia e siamo impressionati di quello che sono riusciti a realizzare già dal primo giorno. Ci aspettiamo che molti sviluppatori possano continuare a migliorare i loro giochi su Stadia. E poiché la piattaforma vive nei nostri data center, gli sviluppatori sono in grado di innovare rapidamente i giochi, senza la necessità di distribuire patch o farvi effettuare download.

Quanto affermato da Google non è del tutto chiaro, ma quello che lascia intendere è che la piattaforma è in grado di raggiungere i 4K e i 60fps, ma poi sta agli sviluppatori realizzare giochi che supportino una simile risoluzione.