QR code per la pagina originale

Google Foto, in arrivo il tag manuale dei volti

Google Foto accoglie la funzionalità che consente agli utenti di taggare manualmente le persone negli scatti.

,

Il colosso della ricerca sta finalmente aggiungendo la possibilità di taggare manualmente le persone in Google Foto, secondo quanto riportato da Android Police. Il servizio è sempre stato in grado di riconoscere automaticamente i volti e taggarli per l’utente, il che rende la gestione della libreria molto più semplice. Ma a volte tralascia alcuni tag e, fino a oggi, non c’è mai stato modo di aggiungerli di proprio pugno. Una volta implementata la nuova funzione (il rollout è in corso), l’utente potrà finalmente aggiungere i tag che mancano a molte delle facce presenti negli scatti.

In sostanza, ora l’utente può taggare le persone non riconosciute dall’app, ma c’è un aspetto che deve essere sottolineato: è possibile sistemare le foto solo nel caso in cui Google rilevi la presenza di un volto nell’immagine. Fondamentalmente, se Google vede la faccia di una persona ma non sa chi sia, ora l’utente può taggarla manualmente, ma se il sistema non ne vede una (se per esempio compaiono solo braccia e gambe), allora non è possibile collegare la persona allo scatto.

Non è il massimo, ma è meglio di niente. L’app tende a tralasciare i volti quando le persone sono girate o leggermente oscurate, che sono proprio i momenti in cui l’utente potrebbe apprezzare il tag per capire chi sia la figura immortalata. La funzione sembra far parte dell’ultima versione di Google Foto, ma non è ancora disponibile per tutti, il che suggerisce un rollout lento. Nel frattempo, la società ha annunciato i giochi di dicembre di Stadia a cui gli utenti Pro avranno la possibilità di accedere gratuitamente: attraverso un canone mensile, infatti, i giocatori possono usufruire di un catalogo di titoli (sebbene dovranno comunque acquistare di tasca propria le novità).