QR code per la pagina originale

Google Maps, navigazione in incognito anche su iOS

La modalità di navigazione in incognito di Google Maps è finalmente disponibile anche per dispositivi iOS.

,

Già disponibile per dispositivi Android da circa un mese, la modalità di navigazione in incognito raggiunge Google Maps anche su iOS. D’altro canto è passato un bel po’ di tempo da quando il colosso della ricerca ha annunciato per la prima volta la funzione, nel mese di maggio, e i possessori di iPhone e iPad la stanno aspettando da parecchio.

La modalità è molto simile a quella dei browser Chrome: una volta attivata, gli utenti avranno la possibilità di cercare una posizione sull’app oppure dirigersi da qualche parte e Google non salverà tali informazioni. Per attivare la navigazione in incognito basta fare tap sulla propria immagine di profilo e selezionare “Attiva modalità di navigazione in incognito”. Val la pena tuttavia sottolineare che alcune funzionalità verranno disabilitate attivando la modalità in questione: per esempio non verranno mantenuti nella Cronologia delle posizioni i luoghi visitati, così come non verranno salvate le ricerche sull’account dell’utente (e le informazioni non saranno usate per personalizzare l’esperienza).

Google Maps non è l’unica app ad avere la propria modalità di navigazione in incognito, comunque. Nel 2018, la società di Mountain View ne ha introdotta una per l’app YouTube su Android: sono modalità molto importanti, perché consentono agli utenti che desiderano proteggere maggiormente la propria privacy di sentirsi più sicuri. Grazie alla navigazione in incognito, infatti, possono utilizzare tranquillamente i servizi di Google, con la consapevolezza che nessuna delle informazioni sarà salvata nel database della società.

Google ha inoltre annunciato che, il mese prossimo, verrà implementata la possibilità per gli utenti Android di eliminare in blocco le informazioni dalla Cronologia e dalla Cronologia delle posizioni di Google Maps. A quanto pare, gli basterà fare tap sui luoghi che vorranno eliminare, senza processi troppo lunghi e complicati.

Video:Google Nest Hub