QR code per la pagina originale

Pixel 4, Google rilascia nuove funzionalità

Google ha avviato la distribuzione di un aggiornamento per i Pixel 4 che include diverse novità, tra cui la funzionalità Portrait Blur in Google Foto.

,

Google ha pianificato la distribuzione di aggiornamenti periodici per i Pixel 4, denominati “feature drop“, che includono un numero abbastanza corposo di novità. Le funzionalità introdotte dall’azienda di Mountain View riguardano le foto, le video chiamate con Duo e il blocco delle chiamate di spam. Alcune di esse sono disponibili anche sui precedenti modelli.

Il comparto fotografico è uno dei punti di forza dei Pixel 4, ma gli utenti possono ulteriormente migliorare gli scatti, sfruttando il tool di editing inclusi in Google Foto. La funzionalità Portrait Blur permette di sfocare lo sfondo delle foto, per le quali non è stato attivato la modalità ritratto. Per alcune di esse verrà mostrato il suggerimento nella parte inferiore, mentre per altre è sufficiente visualizzare l’opzione nell’editor.

Funzionalità Portrait Blur in Google Foto.

Google ha aggiornato la funzionalità Call Screen (disponibile solo negli Stati Uniti). L’assistente blocca automaticamente le chiamate di spam, evitando anche lo squillo. Se invece la chiamata è legittima verrà mostrata una breve trascrizione. Call Screen non richiede connessione WiFi o dati, quindi rispetta la privacy.

Novità anche per Google Duo. Durante una video chiamata viene utilizzata la funzionalità Auto-framing che mantiene le persone al centro dell’inquadratura, grazie all’obiettivo ultra grandangolare del Pixel 4. L’algoritmo di machine learning consente invece di avere una qualità audio soddisfacente anche se la connessione non è stabile. È possibile infine applicare un filtro per sfocare lo sfondo.

Tutto su Google Pixel 4

Altre novità sono state rilasciate anche per i precedenti Pixel, tra cui l’app Registratore. Tutti i Pixel hanno infine ricevuto un aggiornamento che migliora la gestione della memoria. Lo smartphone “comprime proattivamente” le app in background, in modo da consentire l’esecuzione di più app nello stesso momento.