QR code per la pagina originale

Apple Arcade: arriva l’abbonamento annuale

Apple introduce l'abbonamento annuale anche su Apple Arcade: gli utenti potranno approfittare di circa due mensilità di sconto.

,

Apple Arcade, il servizio di gaming a sottoscrizione di Apple, si aggiorna introducendo una nuova modalità d’acquisto. Così come accade già per Apple TV+, la piattaforma di streaming video del gruppo, anche questo servizio viene promosso con la possibilità di acquistare un abbonamento annuale. Il costo è di 49.99 euro l’anno, per un piccolo ma significato risparmio rispetto alla sottoscrizione mensile.

Così come già noto, Apple Arcade è il servizio di Cupertino che mette a disposizione centinaia di giochi in esclusiva, senza pubblicità, annunci invasivi o acquisti in-app. Il servizio, lanciato qualche mese fa, prevede un abbonamento da 4.99 euro mensili, per il gaming su tutti i dispositivi Apple e i Mac. Oggi è finalmente possibile approfittare di una sottoscrizione annuale, per risparmiare sul proprio abbonamento.

La promozione è ovviamente orientata ai giocatori più irrefrenabili, non al casual user, che potrebbe decidere di attivare o disattivare un abbonamento ad Apple Arcade a seconda delle proprie esigenze. Per chi utilizza il servizio di continuo, una proposta da 49.99 euro l’anno permette di risparmiare quasi 10 euro, recuperando quindi due mensilità.

Per scegliere il nuovo piano, la procedura è la medesima di Apple Music o del già citato Apple TV+. È sufficiente entrare nelle impostazioni del proprio device, scegliere la sezione relativa alle sottoscrizioni e spostare la spunta dall’abbonamento mensile alla voce “Apple Arcade Annuale (1 anno)”.

Così come già accennato, la piattaforma di gaming senza limiti di Apple garantisce l’accesso a un centinaio di giochi in esclusiva, realizzati da 35 software house selezionate. I titoli disponibili sono del tutto privi di pubblicità, annunci e acquisti in-app, per una sessione di gioco senza interruzioni e scomode distrazioni. Il servizio funziona su iOS, tvOS, iPadOS e macOS.