QR code per la pagina originale

Xiaomi, bug IP Camera mostra interni di altre case

Google ha sospeso l'integrazione delle videocamere Xiaomi su Nest Hub in seguito a un serio problema relativo alla privacy degli utenti.

,

Google ha disabilitato momentaneamente l’accesso dei dispositivi Xiaomi al suo Nest Hub e Assistant dopo che il possessore di una videocamera di sicurezza del brand cinese ha dichiarato di aver visto immagini degli interni di un’altra abitazione. Il colosso di Mountain View è consapevole del problema e starebbe lavorando per porvi rimedio.

Un portavoce della società ha infatti dichiarato:

Siamo a conoscenza del disguido e siamo in contatto con Xiaomi per trovare una soluzione. Nel frattempo, abbiamo deciso di disabilitare le integrazioni Xiaomi sui nostri dispositivi.

Il problema è venuto alla luce dopo che un utente di Reddit ha riferito che la sua videocamera di sicurezza Xiaomi Mijia 1080p Smart IP, appena acquistata, mostrava immagini di estranei nel caso in cui gli venisse chiesto di trasmettere attraverso Google Nest Hub. L’utente in questione, noto come Dio-V e residente nei Paesi Bassi, ha dichiarato precisamente di aver visto immagini di un portico chiuso, di un uomo che schiacciava un pisolino su una sedia e di un bambino che dormiva nella culla.

Secondo quanto riferito da Android Police, sarebbe piuttosto difficile capire da quale delle due parti provenga il bug, anche perché le informazioni disponibili derivano tutte da Reddit. C’è però da dire che le telecamere di sicurezza IP hanno dato problemi inerenti alla violazione della privacy sin dall’inizio, tanto che alcuni dei primi modelli erano facilmente raggirabili per ottenere informazioni personali. Si tratta di un grattacapo non indifferente, perché la violazione della privacy comporta sovente multe salatissime e fa perdere la fiducia degli utenti nei confronti del brand. Sarà interessante scoprire come si evolverà la vicenda e quando (e se) l’accesso di Xiaomi a Nest Hub tornerà disponibile.

Aggiornamento ore 10:21 – Xiaomi ha affermato che il problema si è verificato a causa di un aggiornamento della cache, che ha fatto apparire le immagini fisse di altre abitazioni qualora un utente fosse in possesso della videocamera e la stesse utilizzando con segnale di rete scarso.