QR code per la pagina originale

Google Maps mostra dove ci sono più casi COVID-19

Google Maps accoglie una nuova funzione che segnala i nuovi casi di COVID-19 nelle aree in cui ci si vuole spostare.

,

Google Maps aiuta le persone a monitorare la situazione coronavirus, il pericoloso batterio che sta mettendo in ginocchio il mondo intero. Il colosso della ricerca ha già distribuito una serie di funzioni relative alla pandemia sulla sua app di navigazione, tra cui l’avviso di potenziali ritardi dei mezzi, la localizzazione di postazioni vicine per i tamponi e gli orari in cui i supermercati locali sono più affollati. Adesso, Google ha annunciato la funzione che informerà gli utenti sull’aumento di nuovi casi nell’area in cui desiderano spostarsi.

Per essere più precisi, l’azienda ha aggiunto un nuovo layer per Google Maps che mostra la media settimanale di nuovi casi COVID-19 ponderando le informazioni sul campione di 100mila abitanti e rileva se il tasso di contagio sia in aumento o in diminuzione. La funzione attinge da diverse fonti, tra cui la Johns Hopkins University, il New York Times e Wikipedia, che a loro volta ottengono informazioni da enti come l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i governi e gli ospedali della zona.

Il nuovo livello sarà disponibile in tutti i 220 paesi del pianeta e inizierà a essere distribuito su iOS e Android questa settimana. A proposito del celebre navigatore di BigG, di recente Google Maps ha introdotto una nuova funzione che avverte in caso di incendi: c’è voluto parecchio tempo affinché la feature venisse integrata nell’applicazione, ma può finalmente essere usata nelle zone in cui gli incendi sono più frequenti. Inoltre, Maps permetterà di pagare il parcheggio con Google Pay, direttamente con un pulsante dedicato all’interno dell’app.

Video:Vermeer arriva su Smartphone