A New York i primi drone-bus: voleranno dal 2024

La Grande Mela si affida a Kelekona per dotarsi entro tre anni di droni con funzioni per il trasporto pubblico.

Parliamo di

I cieli americani potrebbero presto diventare simili a quelli di alcuni film sci-fi ed essere popolati da droni con funzioni di servizio bus. Kelekona, startup sta infatti lavorando a un prototipo dal design futuristico chiamato eVTOL, in grado di trasportare 40 persone alla volta, consentendo per primi ai newyorkesi nel 2022 di volare negli Hamptons per soli 85 dollari, meno del costo di un giro in elicottero. In realtà i suoi creatori affermano che il progetto non sarà pronto fino al 2024 e che quella del prossimo anno è basata solo su una stima ottimistica. Ad ogni modo,

eVTOL, il primo drone-bus


Si tratta di velivoli con un design futuristico, dalle forme che ricordano un ibrido tra un disco volante e un dirigibile, sospinti da otto eliche a passo variabile per ogni fase di volo: decollo verticale, volo in avanti e atterraggio. Sistemi di propulsione indipendenti e a prova di guasto per soddisfare gli esigenti standard di sicurezza della FAA, dell’EASA e di altre agenzie di regolamentazione. Una combinazione di telecamere stereo e radar offre a eVTOL 100 miglia di consapevolezza ambientale aggiuntiva per il rilevamento e l’evitamento di velivoli sconosciuti, bird strike, anomalie meteorologiche e infrastrutture fisiche inesplorate.

Ad alimentare il drone a propulsione elettrica saranno batterie da 3.6 megawatt/ora, che potranno essere cambiate così che gli aerei possano essere aggiornati con facilità man mano che la densità della carica continua ad aumentare. L’azienda punta ad espandere i servizi con collegamenti tra le grandi città americane come Boston e Washington, Los Angeles e San Francisco, fino al resto del mondo, Europa compresa, a cominciare dalla tratta Londra-Parigi, e ad ampliare la sua flotta con velivoli cargo in grado di trasportare merci, fino a 12 contenitori L9N o 24 contenitori LD3, e collegare efficacemente magazzini e hub. Kelekona vuole inoltre ampliare il portfolio dei suoi clienti allargando i suoi servizi anche alle Forze Armate per il trasporto di truppe, logistica e quant’altro serva a Marina ed Esercito americano.

Ti potrebbe interessare