iPhone XS: proteste per la carica troppo lenta

Emergono online alcune proteste nei confronti di iPhone XS e iPhone XS Max: la ricarica sarebbe troppo lenta con l'adattatore standard in dotazione.
Emergono online alcune proteste nei confronti di iPhone XS e iPhone XS Max: la ricarica sarebbe troppo lenta con l'adattatore standard in dotazione.

I nuovi iPhone XS e iPhone XS Max sono ormai giunti da giorni nelle mani dei consumatori e, almeno a giudicare dalle prime recensioni apparse online, vi è un diffuso consenso sulla qualità dello schermo e sulle prestazioni dei dispositivi. Compresa la durata della batteria, per un’autonomia più estesa rispetto alle precedenti generazioni e capace di assicurare l’uso per l’intera giornata. Sul fronte proprio dell’autonomia, però, si sollevano online delle proteste: così come sottolineato da PhoneArena, i tempi di ricarica sarebbero troppo lenti.

La testata ha condotto dei test estensivi sui nuovi iPhone XS e iPhone XS Max, confermando i miglioramenti anticipato da Apple sul fronte dell’autonomia dei dispositivi. I due smartphone sono stati tenuti con lo schermo accesso, a circa 200 nits di luminosità, mimando un uso simile a quello reale: l’edizione da 6.5 pollici ha funzionato senza sosta per 9 ore e 34 minuti prima di spegnersi, mentre quella da 5.8 pollici ha raggiunto le 8 ore e 37 minuti. Dei dati assolutamente in linea con quelli dichiarati da Cupertino, considerando come risulti abbastanza improbabile che l’utente tenga acceso lo schermo senza interruzione alcuna.

Sul fronte della ricarica, però, i dati non sembrano essere così promettenti. Ricorrendo all’adattatore standard presente all’interno delle confezioni, un iPhone completamente scarico può richiedere molte ore prima di poter tornare al 100% di batteria. iPhone XS necessita infatti di ben 3 ore e 5 minuti, mentre iPhone XS Max oltre 3 ore e 29 minuti. Un fatto che ha sollevato i dubbi della redazione di PhoneArena, pronta a sottolineare come i principali produttori Android oggi inseriscano caricatori a elevata potenza nelle confezioni dei loro smartphone, garantendo quindi tempi di ricarica ridotti. Anche iPhone XS e iPhone XS Max sono compatibili con la ricarica rapida, ma è necessario scegliere accessori terzi per poterne fruire:

È quasi criminale se comparato ai principali smartphone Android, con caricatori rapidi inclusi nella confezione che non richiedono l’esborso di 68 dollari extra per questo privilegio.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti