QR code per la pagina originale

Honor 10: cangiante

Honor 10 è uno smartphone con schermo da 5,84 pollici, processore Kirin 970, 4/6 GB di RAM, 64/128 GB di storage e dual camera posteriore da 16 e 24 MP.

A partire da

€ 399

In offerta su Amazon

€ 389

Giudizi
  • Caratteristiche8
  • Design9
  • Prestazioni8
  • Qualità prezzo7,5
Pro

Design e manegevolezza, si tratta di uno dei terminali top di gamma che si usa meglio con una mano

Contro

Fotocamera discreta ma che non regge il confronto con altri top di gamma, soprattutto nella velocità di messa a fuoco e nella resa dei colori

Di , 18 giugno 2018

Come anticipato tramite l’invito ricevuto dalla stampa specializzata, la sussidiaria di Huawei ha annunciato il nuovo Honor 10 durante un evento organizzato in Cina. Lo smartphone eredita alcune caratteristiche dal precedente Honor View 10 e condivide lo stesso design del recente Huawei P20, come la colorazione iridescente della cover posteriore. Honor 10 è il primo modello della serie con schermo 19:9 dotato di notch. Il debutto europeo è avvenuto il 15 maggio.

Design ()

Il design è sempre stato uno dei punti di forza degli smartphone Honor. Il produttore ha sfruttato diverse tecniche per migliorare l’estetica e rendere i dispositivi molto gradevoli alla vista. Per il telaio del nuovo Honor 10 sono stati ovviamente utilizzati l’alluminio (frame) e il vetro (cover), in modo da formare un “sandwich” con il vetro che protegge lo schermo. Il colore Purple è stato ottenuto applicando un rivestimento ottico NCVM che riflette la luce e crea una variazione di tonalità a diverse inclinazioni, come avviene per la variante Twilight del P20. In presenza di determinate condizioni di illuminazione il colore tende al blu.

La seconda novità è il notch presente nella parte superiore dello schermo che ospita l’auricolare, la fotocamera e i sensori di luminosità/prossimità. La larghezza della “tacca” è leggermente superiore a quella del P20. La cornice superiore è quindi molto piccola, mentre quella inferiore ha uno spessore maggiore, in quanto è presente il lettore di impronte digitali. Il sensore biometrico è nascosto sotto il vetro (non ci sono sporgenze) ed è utilizzabile sia per lo sblocco dello smartphone che per la navigazione tramite gesture. Lungo il bordo destro sono stati posizionati i pulsanti per accensione e volume, mentre lo slot dual SIM è sul lato sinistro. Dimensioni e peso sono 149,6×71,2×7,7 millimetri e 153 grammi, rispettivamente.

Scheda tecnica ()

Honor 10 possiede uno schermo IPS LCD da 5,84 pollici con risoluzione full HD (2280×1080 pixel) e rapporto di aspetto 19:9. La dotazione hardware comprende il potente processore octa core Kirin 970 (quattro ARM Cortex-A73 a 2,36 GHz, quattro ARM Cortex-A53 a 1,8 GHz e GPU Mali-G72 MP12), lo stesso chip presente negli Huawei P20, P20 Pro, Mate 10 Pro e Honor View 10, affiancato da 4/6 GB di RAM e 64/128 GB di memoria flash. La NPU (Neural Processing Unit) integrata nel SoC viene sfruttata per l’elaborazione locale degli algoritmi di intelligenza artificiale utilizzati principalmente dalla doppia fotocamera posteriore, come si intuisce dal loro “AI Camera“.

Honor ha scelto un sensore RGB da 16 megapixel e un sensore monocromatico da 24 megapixel, entrambi abbinati ad un obiettivo con apertura f/1.8. La dual camera utilizza vari tipi di autofocus in base alla necessità, permette di applicare l’effetto bokeh in modalità ritratto e, grazie al machine learning, riconosce automaticamente l’oggetto/soggetto inquadrato. Non mancano funzionalità avanzate, tra cui gli sticker AR, il time-lapse e la registrazione in slow motion. La fotocamera frontale da 24 megapixel (obiettivo con apertura f/2.0) può essere utilizzata anche per lo sblocco dello smartphone tramite riconoscimento facciale.

La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11ac, Bluetooth 4.2, GPS, NFC e LTE. Presenti inoltre la porta USB Type-C, il jack audio da 3,5 millimetri e un chip audio Hi-Fi AK4376A. La batteria da 3.400 mAh supporta la ricarica rapida Honor Super Charge (50% in 25 minuti). Varie tecnologie permettono di ottimizzare i consumi e incrementare l’autonomia. Il sistema operativo installato è Android 8.1 Oreo personalizzato con l’interfaccia EMUI 8.1.

Prezzo ()

Gli utenti italiani possono acquistare la versione con 4 GB di RAM e 64 GB di storage (colori Midnight Black, Phantom Blue, Glacier Grey e Phantom Green) sul sito HiHonor e nei principali negozi di elettronica ad un prezzo di 399,90 euro. Invece la versione con 4 GB di RAM e 128 GB di storage (colori Midnight Black, Phantom Blue e Phantom Green) è disponibile solo online a 449,90 euro.

Recensione ()

Maneggevole, bello da vedere e piacevole da usare. Questa la sintesi di Honor 10, ultimo smartphone top di gamma della casa cinese che punta a dare filo da torcere alla concorrenza, anche grazie a un prezzo interessante. Purtroppo però questo terminale non ha soltanto pregi.

Il design è certamente il punto forte di questo Honor 10, in particolare la back cover di colore cangiante è molto bella da vedere. Nella versione che provata, il blu cangiante della back cover ha davvero un impatto notevole al primo sguardo e non stanca anche dopo molti giorni di utilizzo. Dispiace infatti utilizzare delle cover per proteggere lo smartphone, ma è necessaria questa precauzione a causa della scivolosità elevata del telefono.

Oltre ad un’estetica curata, la caratteristica che più piace di questo Honor 10 è la manegevolezza e l’attenzione all’ergonomia complessiva. Il terminale, pur non rinunciando a un ampio schermo IPS da 5.99 pollici, si impugna benissimo, caratteristica sempre più rara soprattutto nei top di gamma, ed è molto sottile e leggero. Tra i top di gamma presenti sul mercato Honor 10 è senza dubbio il terminale che ha le dimensioni più contenute e che si tiene meglio in mano, un aspetto non di poco conto soprattutto se lo si utilizza prevalentemente con una sola mano.

Andando invece sulle prestazioni e sull’autonomia va detto come Honor 10 si sia comportato molto bene nei test. Il Kirin 970 consente un’ottima velocità nell’utilizzo quotidiano fatto di app social, navigazione Web, video e ricezione di email. Non male anche l’autonomia, che consente di coprire ampiamente una giornata piena di utilizzo, grazie a una batteria da 3750 mAh e un’ottimizzazione software sempre ben fatta da Honor.

Venendo infine a quello che, dalle prove, si è rivelato un aspetto un po’ sottotono rispetto alle aspettative, va evidenziato il comparto fotografico. Sia chiaro, le due fotocamere posteriori non sono affatto male, una da 16 MP (f/1.8) e una da 20 MP in bianco e nero, ma non reggono il confronto con altri top di gamma. Anche rimanendo in casa, Honor 10 non regge il confronto con P20 per esempio. A non aver soddisfatto è stata soprattutto la velocità di messa a fuoco che non è sempre fulminea, soprattutto quando si scattano foto in ambienti non ben illuminati. Lo stesso “difetto” lo ha la fotocamera frontale, una 13 MP f/2.0. Gli scatti comunque, stante questa leggera lentezza nel focus, sono di buona qualità e hanno una resa dei colori piuttosto vicina alla realtà, anche se molte volte più accesi rispetto al soggetto reale.

Altra piccola nota negativa riguarda la precisione del sensore di impronte digitali. Forse perché molto piccolo, o forse per la vicinanza eccessiva della pellicola protettiva al sensore, sta di fatto che quest’ultimo non sempre riconosce istantaneamente l’impronta digitale costringendo qualche volta ad appoggiare più volte il dito per sbloccare il terminale

In definitiva, Honor 10 è senza dubbio un terminale desiderabile, più di tutto per il suo design e la sua manegevolezza, una caratteristica che spesso manca nei top di gamma competitor.

Immagine: Honor