QR code per la pagina originale

Nanoleaf Canvas: luci smart d’arredo e touch

La nuova linea di pannelli luminosi Nanoleaf Canvas cambia forma, da triangolare a quadrata, e guadagna la sensibilità al tocco.

8,5
  • Recensione
Prezzo

€ 200

Giudizi
  • Caratteristiche8,5
  • Design8,5
  • Prestazioni8,5
  • Qualità prezzo8,5
Pro

Ampia personalizzazione di forme e scene, integrazione smart home, buona resa cromatica

Contro

Niente da segnalare

Di , 20 Maggio 2019

Abbiamo già parlato di Nanoleaf e della loro prima serie di Light Panels in grado di donare design e colore ad una parete della casa, e adesso vi presentiamo la nuova serie lanciata recentemente dall’azienda cino-canadese. I pannelli Nanoleaf Canvas si differenziano dai precedenti per la forma, divenuta quadrata, e dalla sensibilità al tocco, che rende possibili una serie di nuove funzioni. Vediamole nei prossimi paragrafi.

Nanoleaf Canvas: caratteristiche ()

All’interno della confezione dello starter kit troviamo 9 pannelli luminosi a LED di forma quadrata, di cui uno ha la funzione di controller, l’alimentatore, i linker per collegare i pannelli fra loro, e gli adesivi 3M per attaccarli alla parete.

Ogni pannello quadrato ha dimensioni di 15cm di lato e spessore di 6mm ed è in grado di emettere una luminosità di 50 lumen. I pannelli possono essere affiancati oppure essere collegati con solo metà lato combaciante, in modo da permettere massima libertà e creatività all’utente. Il pannello controller integra dei comandi touch per accendere o spegnere il sistema, modificare la luminosità o la scena, oltre al microfono per ascoltare la musica nell’ambiente e pilotare scene ritmiche.

Attraverso dei kit di espansione acquistabili a parte è possibile aumentare il numero di pannelli, ma qualora si dovessero superare i 25 quadrati sarà necessario acquistare anche un alimentatore aggiuntivo.

Per comandare i pannelli avremo bisogno dell’applicazione Nanoleaf, dove troveremo anche una serie di scene preimpostate, sia animate che ritmiche, e da cui potremo accedere ad un ampio archivio di scene create dall’azienda o da altri utenti per aumentare le possibilità di arredo luminoso. Possiamo anche creare la nostra scena seguendo pochi semplici passi.

Una volta collegato il pannello controller al WiFi di casa possiamo anche collegarlo al nostro assistente vocale preferito: Nanoleaf è infatti compatibile con Amazon Alexa, con Google Assistant e con Apple Homekit, oltre che con la pratica applicazione IFTTT. Per controllare i pannelli è anche possibile utilizzare il Nanoleaf Remote, dalla particolare forma a dodecaedro, acquistabile separatamente.

Nanoleaf Canvas: Prezzo ()

I pannelli Nanoleaf Canvas sono disponibili al prezzo consigliato di €199,99 e con spedizione gratuita direttamente sul sito del produttore, su Amazon e sul sito di Nital, distributore ufficiale per l’Italia; è poi possibile acquistare un kit di estensione composto da 4 pannelli aggiuntivi al prezzo di €79,99.

Nanoleaf Canvas: recensione ()

Il montaggio dei pannelli è piuttosto semplice: dopo aver scelto la forma desiderata è sufficiente attaccare gli adesivi 3M sul retro di ogni quadrato e applicarli sulla parete prescelta. Naturalmente bisogna fare attenzione a scegliere una forma che permette di far combaciare i contatti in cui inserire i linker per far arrivare i comandi a tutti i quadrati; per far questo è anche possibile usare il configuratore incluso nell’applicazione per smartphone, che funge anche da ottima fonte di ispirazione suggerendo diverse combinazioni di quadrati.

Anche il collegamento al WiFi è molto semplice ed analogo a quello di qualsiasi lampadina smart. Una volta collegato potremo già utilizzare l’app per modificare le combinazioni di colori o le scene ritmiche del Nanoleaf Canvas, ma chi volesse qualcosa in più può cercare la skill Nanoleaf nell’applicazione del proprio assistente vocale preferito e comandare l’accensione o la selezione di una particolare scena con la voce.

Oltre che da app o da assistente vocale è possibile accendere o spegnere i pannelli dal quadrato controller, che include anche altri tasti per variare la luminosità e per scorrere le scene. Una volta accesi i pannelli è anche possibile utilizzare gli altri quadrati per cambiare la luminosità, eseguendo un swipe verso l’alto o verso il basso, o per passare ad una scena diversa, con swipe da sinistra o da destra.

Parlando di prezzo possiamo dire che 200 euro non sono pochissimi, è vero, ma basta andare in un qualsiasi negozio di illuminazione o di bricolage per vedere quanto costano le lampade a LED, e non parliamo solo di marchi e case rinomate ma anche di prodotti a marchio più anonimo. Con Nanoleaf abbiamo dei pannelli veramente eleganti che donano colore e originalità, con la possibilità di cambiare colori ad ogni occasione o di selezionare scene a ritmo di musica quando siamo con amici. Complessivamente riteniamo il prezzo delle Nanoleaf Canvas sicuramente appropriato a quello che il prodotto è in grado di offrire.