QR code per la pagina originale

Google Docs introduce il Drawing Editor

Google ha lavorato un anno sul codice di Google Docs per aumentare scalabilità e performance della propria suite per la produttività online. Ne scaturisce una nuova suite con tanto di Drawing Editor per la creazione di elementi grafici

,

Google ha presentato una nuova versione di Google Docs portando avanti tanto alcune funzionalità aggiuntive, quanto una struttura di base rivista e corretta. «Abbiamo deciso di ricostruire l’infrastruttura di base di Docs per ottenere maggior flessibilità, migliori performance ed una miglior piattaforma per sviluppare nuove funzionalità più rapidamente». Nuove fondamenta, insomma, per ottenere qualcosa di nuovo e migliore. E le novità annunciate sono immediatamente disponibili per l’intera utenza attiva sulla suite.

Un miglior editor per documenti: Google spiega di aver ottenuto una reale esperienza real-time tale per cui un utente è in grado di vedere le modifiche apportate da un collaboratore carattere per carattere, con una fluidità mai raggiunta in precedenza. Con tanto di sidebar chat per la discussione relativa alle modifiche apportate. Una miglior formattazione dei documenti, inoltre: miglior fedeltà nell’import/export dei documenti, un nuovo sistema per i commenti. Migliorata inoltre una delle offerte meno riuscite della prima versione: anche Spreadsheet ha ora performance all’altezza della parte restante dell’offerta ed è inoltre arricchito di alcune funzionalità importanti per un uso lineare dei fogli di calcolo creati.

La novità maggiore è nel Drawing Editor con cui per la prima volta gli utenti hanno la possibilità di disegnare diagrammi, grafici ed altri elementi che è possibile quindi esportare con estrema facilità all’interno di altri documenti della suite online. Così facendo la creazione di documenti più completi e piacevoli è resa più semplice e possibile anche senza utilizzare strumenti terzi.

Google Drawing Tool

Google Drawing Tool

Scalabilità e performance, il frutto di un anno di lavoro: Google porta avanti lo sviluppo della propria suite nei giorni stessi in cui Microsoft ha ricordato quanto lunga sia la strada delle offerte concorrenti verso il mondo del business. Alla fine entrambe le parti sembrano avere ragione: la strada è lunga, ma un altro passo è stato compiuto.

Notizie su: