QR code per la pagina originale

Intel, presto il debutto su smartphone e tablet

Motorola ha annunciato un accordo con Intel per portare l'architettura x86 a bordo di dispositivi mobile. I primi frutti giungeranno nel corso del 2012.

,

Il sogno di Intel di approdare nel settore dei dispositivi mobile potrebbe presto diventare realtà. Il chipmaker di Santa Clara, infatti, ha stretto un accordo con Motorola Mobility per la produzione di alcuni smartphone e tablet nel corso del 2012 basati sull’architettura x86, con l’obiettivo di lanciare finalmente la sfida ad ARM, vero e proprio dominatore della scena mobile.

Al centro della collaborazione vi sono i chip appartenenti alla famiglia Medfield, appositamente studiati da Intel per offrire una soluzione in grado di distinguersi a bordo di smartphone e tablet. I primi device targati Motorola ad abbracciare l’architettura x86 dovrebbero essere animati dal chip Atom Z2460, dotato di un solo core con frequenza di clock pari ad 1,6 GHz ma, a detta di Intel, non per questo di livello inferiore rispetto a numerosi altri microprocessori che attualmente figurano a bordo di altrettanti device Android.

Proprio la piattaforma del robottino verde sarà quella con la quale le due società cercheranno di aprire la strada ad un futuro ricco di prodotti non basati su ARM. Una strada che al momento, però, risulta piuttosto lunga e colma di ostacoli: fra questi, ad esempio, uno dei più importanti è sicuramente la compatibilità delle applicazioni realizzate fino ad oggi dagli sviluppatori. A detta di Intel, però, circa il 90% delle app disponibili nell’Android Market potranno essere utilizzate senza alcun problema, probabilmente grazie ad appositi strumenti di emulazione studiati dalla società, i quali vanno ad affiancarsi al duro lavoro svolto dal team di ingegneri che ha assicurato la piena compatibilità di Android con l’architettura dei nuovi microprocessori.

Spiega Paul Otellini:

Il meglio della tecnologia Intel sta per arrivare nel settore degli smartphone. La nostra collaborazione con Lenovo e Motorola Mobility contribuirà a consolidare i processori Intel nel settore degli smartphone e porrà solide fondamenta su cui costruire ulteriori sviluppi nel 2012 e in futuro.

L’accordo con Motorola, poi, non rappresenta il primo passo di Intel verso tale campo, ma va ad affiancarsi a quelli già stretti con Lenovo, che nel corso del CES 2012 ha presentato lo smartphone K800 ed il tablet IdeaPad K2110, entrambi basati sulla medesima CPU che animerà i device del colosso statunitense, ma che con ogni probabilità saranno distribuiti dapprima in Cina, per poi eventualmente giungere in tutto il mondo.

Fonte: ArsTechnica • Immagine: Jiahui Huang • Notizie su: