STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

Oakley: occhiali per sfidare i Google Glass

Anche Oakley è al lavoro su occhiali per la realtà aumentata, che lancerà in futuro per entrare in competizione con i Google Project Glass.

,

Gli occhiali per la realtà aumentata Google Project Glass hanno suscitato parecchia attenzione tra gli appassionati di hi-tech, ma Google non è l’unica azienda al lavoro su una tecnologia del genere: anche Oakley sta realizzando qualcosa di simile, e anzi il progetto iniziale risale al lontano 1997. Tanto che, quando ancora il Project Glass non era stato svelato, da più parti si ipotizzava proprio un coinvolgimento di Oakley nel team di sviluppo.

È quanto ha reso noto il CEO di Oakley, Colin Baden, durante un’intervista rilasciata a Bloomberg, dove ha spiegato come la società stia sviluppando un sistema di occhiali 3D in grado di proiettare le immagini direttamente sulle lenti, qualcosa di simile insomma a quanto mostrato da Mountain View attraverso il video pubblicato negli scorsi giorni. L’hardware sarebbe comparabile a quello di Google Project Glass, e sarebbe possibile sfruttare gli occhiali per diverse applicazioni, ma non è stato reso noto quali.

Ciò che è certo è che gli occhiali Oakley non sarebbero commercializzati a buon mercato, dato che una tecnologia del genere non è alla portata di tutti e impone che il prodotto sia gestibile sia in modalità wireless, ad esempio tramite Bluetooth, che da comandi vocali con un software sviluppato in modo simile a Siri di Apple. Non sono state rese note le altre caratteristiche tecniche del dispositivo e non v’è alcuna traccia del prezzo al quale sarà acquistabile una volta immesso sul mercato.

Ciò che è certo è che gli occhiali di Oakley sono in sviluppo già dal 1997, ma ancora non ne è stata avviata la produzione e l’azienda non ha mostrato alcun prototipo oltre ai noti Oakley Thumps che possa far comprendere quelli che saranno i punti di forza del prodotto e quelle peculiarità che potrebbero porlo in competizione diretta con il progetto di Google. Colin Baden, però, ritiene che la sua azienda abbia un vantaggio significativo rispetto a Google, dato che ha molta più esperienza nella creazione di lenti e occhiali.

Gli occhiali Oakley Thumps dai quali Google potrebbe aver tratto ispirazione

C’è un però: il modello Oakley sarà inizialmente ottimizzato per gli atleti e solo successivamente sarà disponibile anche per gli altri campi d’utilizzo. Se l’azienda sa certamente come produrre degli occhiali alla moda, apprezzabili esteticamente e di ottima qualità, bisognerà vedere se sarà in grado di includervi tecnologie alla pari con quello che Google ha promesso.

Commenta e partecipa alle discussioni