QR code per la pagina originale

iOS 7, iPhone e batterie: trucchi per l’autonomia

iOS 7 libera la potenza degli iDevice ma ne riduce la durata della batteria: ecco alcuni consigli per ottenere maggiore autonomia su iPhone.

,

iOS 7 ha portato una nuova esperienza d’uso e un’interfaccia minimalista nelle mani degli utenti, ma pare esservi un effetto collaterale non da poco, soprattutto sugli iDevice non recentissimi: la durata della batteria sembra calare sensibilmente rispetto a iOS 6. Si tratta di un fatto normale: tra le animazioni del sistema operativo, il nuovo multitasking e le feature di aggiornamento automatizzato, iOS 7 richiede molta più energia al dispositivo. Ma esistono dei trucchi per aumentare l’autonomia, così da non essere costretti alla ricarica perpetua?

La risposta è certamente affermativa, così come riportano dei test effettuati dalla redazione di USA Today. I consigli riportati non possono però essere considerati universali, perché la risposta del device – sia un iPhone 5S o un vecchio iPhone 4 – dipende molto dalla tipologia di terminale e degli usi quotidiani a cui l’utente è abituato. Si è già visto in un precedente intervento come l’esclusione dell’aggiornamento in background delle applicazioni possa liberare la durata della batteria, di seguito altre idee sempre valide.

  • Luminosità: la retroilluminazione dello schermo è uno dei principali fattori di consumo della batteria. Sarebbe quindi meglio evitare di lasciare al dispositivo la regolazione automatica della luminosità rispetto alle condizioni ambientali, piuttosto è più indicato impostare questo valore autonomamente. Con iOS 7 è oltretutto molto semplice regolarla, basta accedere al Centro di Contollo scorrendo le dita dal basso verso l’alto sul terminale;
  • Connettività: lasciare attive tutte le vie di comunicazioni dati per l’intera giornata è inutile, perché porta al rapido consumo della batteria. Si attivino le connessioni cellulari 3G e 4G solo quando davvero necessario, altrimenti si preferisca il WiFi. Si disattivi quindi il Bluetooth, soprattutto quando non si è soliti sfruttarlo con accessori predisposti come auricolari wireless, e si imposti il telefono sulla modalità aereo quando non serve ricevere chiamate – come di notte – o quando si gioca con qualche applicazione di App Store e non si vuole essere disturbati;
  • Impostazioni cellulari avanzate: con iOS 7, alcune applicazioni possono accedere autonomamente alla rete 3G e 4G e consumare, così, energia. Da Safari si può disattivare la sincronizzazione automatica delle proprie liste di lettura con iCloud, mentre in Musica e in iTunes si può escludere il download di brani o l’avvio di iTunes Radio su rete cellulare. E ancora: dalle impostazioni di iCloud del menu Generali, si può decidere quali dati debbano essere costantemente sincronizzati via rete telefonica e quali, invece, possono attendere la disponibilità di un network WiFi;
  • AirDrop: pur essendo una funzione utilissima per il trasferimento di file tra device iOS, non è necessario mantenere AirDrop attivo per tutta la giornata. Ha molto più senso, infatti, abilitarlo solo quando davvero si ha la necessità di inviare immagini, documenti, contatti e via dicendo. Spegnendolo dal Centro di Controllo, si eviterà che il proprio iPhone ciclicamente verifichi la presenza di altri terminali nelle vicinanze;
  • Geolocalizzazione: è meglio non abilitare automaticamente la geolocalizzazione per tutte le applicazioni perché, qualora lasciate in background, controlleranno di continuo le risorse GPS per monitorare gli spostamenti dell’utente, divorando energia. Dalle impostazioni di ogni singola App, così come da Generali, scegliere quali app possano accedere alla posizione e quali, invece, ne possano fare a meno;
  • App in background: così come si è già visto, si può evitare dal menu Generali che le applicazioni aggiornino i loro contenuti quando in background, consumando così energia. Allo stesso modo, si può escludere l’aggiornamento automatico delle applicazione via App Store;
  • Limitare le notifiche: limitare il numero di notifiche in grado di svegliare il terminale dallo stand-by è un metodo veloce per aumentare la durata della batteria. Dalle impostazioni generali sulla Privacy si può definire quali applicazioni siano abilitare alle notifiche, soprattutto quelle Push, mentre dal Centro di Controllo si può abilitare la funzione Non Disturbare per evitare che le stesse sveglino il dispositivo;
  • Design parallasse: lo sfondo in movimento di iOS 7, quell’effetto parallasse che conferisce profondità allo schermo, consuma molta energia. Per disattivarlo, basta entrare nelle impostazioni di Accessibilità e abilitare Riduci Velocità;
  • Blocco automatico: non si attenda il blocco automatico del dispositivo quando non in uso, perché i tempi potrebbero essere molto dilungati. Prima di infilare iPhone in tasca, basta premere velocemente il tasto d’accensione per avviare il blocco.

Non resta che provare questi consigli nella speranza siano davvero efficaci. Nei commenti, spazio alle esperienze dei lettori.

Galleria di immagini: iOS 7, le foto ufficiali