QR code per la pagina originale

Opera Max su 100 milioni di smartphone Android

Opera Max, l'app che comprime i contenuti multimediali, verrà installata su oltre 100 milioni di smartphone Android entro i prossimi due anni.

,

La software house norvegese ha annunciato un accordo con 14 OEM, in base al quale Opera Max verrà preinstallata su oltre 100 milioni di smartphone Android entro il 2017. L’applicazione sfrutta una tecnologia di compressione per ridurre il consumo dei dati, garantendo allo stesso tempo la fruibilità dei contenuti multimediali. Opera Max è disponibile gratuitamente sul Google Play Store.

Negli ultimi anni è cresciuto notevolmente l’uso in mobilità dei servizi di streaming, mentre il tetto mensile di GB è rimasto sostanzialmente invariato. In alcuni paesi, dove l’infrastruttura di rete non è adeguata, risulta praticamente impossibile utilizzare YouTube o Netflix. Opera Max opera come un web proxy che intercetta tutto il traffico (ad eccezione delle connessioni HTTPS) ed effettua il routing verso i server dell’azienda norvegese. Qui entra in gioco la tecnologia di compressione che riduce la dimensione di immagini e video, senza comportare una perdita significativa di qualità.

Secondo Opera, l’app comprime i contenuti multimediali fino al 50%. Gli utenti che usano spesso servizi “esosi”, come YouTube, Netflix o Instagram, noteranno un risparmio di dati fino al 60%. La compressione funziona anche sulle reti WiFi. Chiaramente, Opera Max non è indirizzata ai pochi fortunati che possono usufruire di un traffico dati mensile illimitato. Opera Max include inoltre una funzione che impedisce alle app di usare i dati senza autorizzazione e blocca l’esecuzione delle app in background.

Gli OEM che installeranno l’app sui loro smartphone, venduti in determinati paesi, sono Acer, Cherry Mobile, Evercoss, Fly, Hisense, Mobiistar, Micromax, Oppo, Prestigio, Samsung, Symphony, Tecno, TWZ e Xiaomi.

Fonte: Opera • Notizie su: