QR code per la pagina originale

Instagram attiva la verifica in due passi

Instagram ha aggiunto un ulteriore livello di sicurezza, attivando l'autenticazione in due fattori (2FA) per gli account su Android e iOS.

,

Dopo oltre cinque anni dalla prima versione dell’applicazione, Instagram ha finalmente aggiunto l’autenticazione in due fattori come ulteriore sistema di sicurezza per gli account. Si tratta di un passo obbligato, considerata la crescente popolarità del servizio di foto sharing, utilizzato da oltre 400 milioni di utenti. Il rollout della funzionalità avverrà gradualmente, quindi occorrerà attendere qualche giorno.

Lo scopo principale dell’autenticazione in due fattori (2FA) o verifica in due passi è bloccare l’accesso a persone non autorizzate. Oltre alla tradizionale coppia nome utente/password è necessario inserire un codice che Instagram invia sullo smartphone tramite SMS. È quindi obbligatorio aggiungere il numero di telefono. Un versione preliminare dell’app consentiva di generare codici di backup da usare nel caso in cui l’utente possieda una seconda SIM card o non possa accedere alla rete mobile. Ora sembra che questa opzione sia stata rimossa.

Facebook offre l’autenticazione in due fattori da oltre quattro anni. Non è chiaro perché la funzionalità sia stata attivata su Instagram così in ritardo (l’acquisizione è avvenuta ad aprile 2012). Molte celebrity usano il servizio e, negli ultimi mesi, si sono verificati diversi attacchi contro personaggi famosi, tra cui Taylor Swift. La facilità con cui è possibile accedere agli account ha sicuramente contribuito all’introduzione del sistema di sicurezza.

Nelle ultime ore è emerso un problema relativo agli account multipli. Se, ad esempio, due persone gestiscono un account condiviso, oltre al proprio account personale, ognuna di esse riceve le notifiche dall’account personale dell’altra. Fortunatamente, questo bug è stato prontamente risolto da Instagram.

Fonte: TechCrunch • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni