QR code per la pagina originale

SuSe e IBM, Linux fa “cassa”

Linux entra nelle casse del supermercato con il benestare del numero uno del settore: IBM. Un'alleanza con SuSe porterà infatti Linux in una piattaforma in grado di gestire i Point Of Sale prevedendo anche i pagamenti con carta di credito.

,

Da tempo il ramo “embedded” stimola la fantasia del mondo Linux in quanto l’elasticità dell’open source ben si addice alle dinamiche necessità del settore. Ora ciò che era prevedibile trova le sue prime forti applicazioni concrete: SuSe e IBM a braccetto, per portare a compimento un progetto relativo ai POS (Point Of Sale), punti di pagamento per negozi e supermercati. In pratica la cosiddetta “cassa”.

L’obiettivo di SuSe e IBM è la creazione di un POS basato su Linux ed in grado di prevedere pagamenti tramite carta di credito. Con questa operazione IBM potrebbe rafforzare la propria posizione nel settore e nel contempo SuSe confermerebbe le proprie ambizioni (secondo distributore linux dopo Red Hat, è già stata annunciata una prossima fusione con Novell).

Sia pur se ancora non si sia parlato di prezzistica, Jürgen Geck (responsabile IBM) sottolinea come solo una soluzione simile permetta di mantenere bassa la spesa di acquisizione con la garanzia di una assoluta flessibilità del sistema. Secondo il General Manager IBM Tom Peterson il prodotto sarà particolarmente attraente per chi “ancora sta usando vecchi sistemi DOS ed ha intenzione di cambiare la piattaforma”.