QR code per la pagina originale

TechED 2005 tra Microsoft Update e IE7

In occasione del TechEd 2005 Microsoft ha presentato i nuovi tool per l'aggiornamento dei prodotti del gruppo ed ha annunciato che il nuovo IE7 sarà completamente all'insegna della sicurezza (contro spyware, phishing e spoofing)

,

Per non lasciare l’intera scena alla concorrenza, Microsoft coglie l’occasione del TechEnd 2005 di Orlando per alcuni annunci tecnici tecnici, per un chiarimento strategico sul futuro e per importanti release in tema di sicurezza.

Tra gli interventi più attesi v’era quello di Steve Ballmer, CEO del gruppo. Ballmer ha posto innanzitutto l’accento sul mobile, cogliendo così l’occasione per presentare il nuovo Microsoft Exchange Server 2003 Service Pack 2. Sia in questa release che in altri tool sono state introdotte particolari attenzioni per il mondo dei dispositivi portatili con un occhio alla sicurezza (rilanciando inoltre il Sender ID di ideazione Microsoft). Non manca la puntuale stoccata di Ballmer al mondo Linux: secondo il CEO Microsoft l’aggiornamento dei prodotti del gruppo di Redmond permettono un risparmio valutabile tra il 13 ed il 14% rispetto ai rivali del pinguino (durante la presentazione, inoltre, Ballmer ha evidenziato come lo scorso anno Windows Server 2003 abbia sofferto di 30 falle contro le 164 di SuSE e le 191 di Red Hat).

In riferimento ad Internet Explorer 7 ha invece preso parola Gordon Mangione, responsabile Microsoft per la Security Business & Technology Unit. Secondo Mangione IE7 sarà completamente all’insegna della sicurezza con ampie restrizioni a livello di permessi e di esecuzione di script cross-site. L’obiettivo del nuovo browser è in particolare quello di limitare problemi quali phishing e spoofing, tentando inoltre di placare la grave piaga dello spyware (fenomeno che Microsoft vede oggi in pericolosa ascesa). Secondo tale prospettiva Microsoft intende unire le potenzialità di IE7 con il servizio Windows AntiSpyware (attualmente in beta release).

Gordon Mangione ha infine annunciato il taglio dei nastri ufficiale per Microsoft Update (MU), ovvero il successore del noto Windows Update. MU permetterà di aggiornare non soltanto il sistema operativo Windows, ma anche tutti gli altri prodotti in area Microsoft. Per l’utenza business l’evoluzione è invece quella da Software Update Services (SUS) a Windows Server Update Services (WSUS).