QR code per la pagina originale

Windows Vista per tutti, tranne la password

Windows Vista è aperto al download pubblico ma, nel contempo, non è accessibile da tutti: per installare il sistema operativo è infatti necessario un codice PID inviato solo agli iscritti al Customer Preview Program, programma prossimo alla riapertura

,

Se presi dalla curiosità si vuole provare Windows Vista, ora Microsoft ha messo il download a disposizione. Il link è pubblico ed è così possibile scaricare qualche migliaio di Mb per aver propria l’immagine ISO del programma che l’utente dovrà poi masterizzare su un DVD per avere a disposizione un disco di installazione del nuovo sistema operativo in Release Candidate 1.

Se presi dalla curiosità ci si fionda sul download, però, ci si trova con la propria banda spremuta al massimo per qualche ora senza per questo poter infine accedere al contenuto. Infatti la prova della RC1 è riservata a quanti hanno accesso al Customer Preview Program (CPP), la cui iscrizione si è chiusa mesi fa. Il programma, però, riaprirà i battenti a breve e dunque gli interessati devono semplicemente tener d’occhio gli annunci provenienti da Redmond per catapultarsi all’iscrizione appena possibile.

Microsoft ha fatto sapere che a regime saranno circa 5 milioni gli utenti che, tra i vari canali di distribuzione, avranno diritto alla prova del sistema operativo (distribuito nella RC1 in versione Ultimate, ovvero la più completa della gamma ed in vendita prossimamente al prezzo di 399$, o 259$ tramite upgrade). Per quanti operano il download fin da subito, dunque, è necessario attendere ancora qualche giorno prima di poter utilizzare il DVD masterizzato, peraltro prossimamente in distribuzione anche tramite riviste specializzate. La data di expire della RC1 è fissata al 1 Giugno 2007.

Il download con Internet Explorer è facilitato dall’uso di un download manager Akamai Technologies specificatamente ideato e distribuito. Windows Vista è disponibile sia in versione 32-bit che 64-bit e sta raccogliendo dopo le prime prove ampi consensi: la versione sarebbe molto più completa e stabile rispetto alle precedenti e molti passi avanti sembrano essere stati campiuti verso la release finale che affronterà il mercato in Gennaio.

Video:LibreOffice 6.3