La IpTv di Tiscali: “La prima tv che ti fa bene”

“La prima tv che ti fa bene“, questo è il nuovo slogan della nuova IpTv di Tiscali, slogan che in qualche modo stuzzica l’attenzione del pubblico grazie ad un corretto mix di ironia e di curiosità. Per chi no lo avesse visto, lo spot mostra un utente che coccola e stringe a se il suo

La prima tv che ti fa bene“, questo è il nuovo slogan della nuova IpTv di Tiscali, slogan che in qualche modo stuzzica l’attenzione del pubblico grazie ad un corretto mix di ironia e di curiosità.
Per chi no lo avesse visto, lo spot mostra un utente che coccola e stringe a se il suo vecchio televisore. Manca solo la lacrima, ma il messaggio è molto chiaro.

Tra noi e la IpTv di Tiscali si instaurerà un legame forte ed emozionale. Fino a qui tutto bene, i pubblicitari hanno fatto bene il loro lavoro e saranno anche stati pagati altrettanto bene, però ci dobbiamo domandare: Come sarà la nuova IpTv di tiscali?

Non abbiamo molto su cui basare il nostro giudizio, se non il comunicato stampa di Tiscali stessa in cui vengono lanciati ancora slogan e promesse di una IpTv facile e completa e il confronto con l’attuale offerta della Tv di Tiscali.
In particolare tutto il servizio sarà a portata di utente medio e sarà addirittura lo stesso utente a plasmare la IpTv.
70 canali in qualità digitale (compresa la programmazione del digitale terrestre), video on demand, film in prima visione, documentari, programmi dedicati ai minorenni e moltissimo altro ancora.
Tutte cose molte belle, tra cui anche la progressiva estensione del servizio attualmente limitato a determinate aree.

Non sono molti i particolari e soprattutto manca una cosa importante e che è il costo dell’abbonamento e dei servizi opzionali che saranno la discriminante principale per il successo di questa IpTv.
Ne sapremo di più tra qualche tempo con il lancio ufficiale del nuovo servizio.

Ti potrebbe interessare