QR code per la pagina originale

In Italia il 2% degli iPhone distribuiti al mondo

2 iPhone su 100 sono in Italia, 54 su 100 sono negli Stati Uniti. Il traffico mobile è generato soprattutto dal telefono Apple, ma nel complesso anche Nokia regge la sfida. Capire queste dinamiche significa sapere come sviluppare l'advertising in mobilità

,

Due iPhone sui cento distribuiti in tutto il mondo sono in mano di utenti italiani. C’è anche questo dato all’interno della ricerca “AdMob Mobile Metrics Report” prodotta da AdMob e volta a misurare la presenza dell’iPhone nel mondo per capire a quali dinamiche vada incontro il mercato mobile. Il telefono Apple è ovviamente preponderante nel mercato USA e solo in secondo luogo in Europa, ove la distribuzione vede il proprio picco nel Regno Unito.

Gli Stati Uniti contano il 54% degli iPhone distribuiti contro il 7% del Regno Unito. Il 6% è in Germania, il 5% in Francia ed il 4% in Canada. L’Europa Occidentale conta un totale del 26% dei dispositivi contro il 58% del nord America (negli States tale percentuale risulta peraltro in calo, il che configura una distribuzione internazionale del telefono oggi più rapida che non nel paese americano). In media gli iPod Touch sono distribuiti in numero dimezzato rispetto al telefono di Cupertino, ma a livello percentuale la distribuzione rimane sostanzialmente la stessa. In Italia, nella fattispecie, gli iPod Touch sono circa 146 mila (0.8% del totale) contro 490 mila telefoni (il più avanzato degli iPod è dunque mediamente meno apprezzato rispetto all’iPhone).

Capire quali telefonini siano più distribuiti e se siano utilizzati a dovere, significa capire quale tipo di pubblicità o sistema di advertising utilizzare per raggiungere il target. Ad esempio nel mese di Giugno gli iPhone hanno determinato il 17% delle pagine viste in mobilità (in calo dell’1.6% rispetto al mese precedente), mentre gli iPod Touch il 13.1%. Seguono tre telefoni quali Samsung R450, Nokia N70 e Motorola RAZR V3. In generale le pubblicità proposte su terminali Apple sono il 30% del totale (altro dato in calo tendenziale) contro il 25% dei terminali Nokia. Seguono Samsung, Motorola e Sony.

Le statistiche iniziano anche a identificare Android tra i sistemi operativi connessi in mobilità. Nell’ultimo mese la crescita del sistema mobile di Google è stata del 25%, posizionandosi ad una quota del 5% del mercato. La pubblicità mostrata tramite terminali mobili è crescita del 4% ed il mercato relativo vale ad oggi poco più di 8 miliardi di dollari.