HTC, i rumor sulle specifiche tecniche del primo tablet

Sono arrivate ulteriori importanti novità riguardanti il potenziale tablet di HTC che dovrebbe vedere la luce nei primi mesi del 2011. Il sito DigiTimes, che per primo aveva pubblicato la notizia, ha ricevuto nuovi interessanti dettagli.Sembra che un’azienda taiwanese produttrice di notebook, Pegatron Technology, sussidiaria di Asus, abbia ricevuto il via libera da HTC per

Sono arrivate ulteriori importanti novità riguardanti il potenziale tablet di HTC che dovrebbe vedere la luce nei primi mesi del 2011. Il sito DigiTimes, che per primo aveva pubblicato la notizia, ha ricevuto nuovi interessanti dettagli.

Sembra che un’azienda taiwanese produttrice di notebook, Pegatron Technology, sussidiaria di Asus, abbia ricevuto il via libera da HTC per avviare la produzione dei suoi tablet basati su Android.

Sono nella stessa occasione giunte a destinazione anche le prime fattibili informazioni tecniche riguardanti il prodotto, che dovrebbe avvalersi della piattaforma Tegra 2 di nVidia; le specifiche includerebbero il display multitouch con risoluzione di 1280 x 720 pixel, SSD da 32 GB e 2 GB di memoria, nonché la presenza di WiFi, Bluetooth e GPS.

Sempre secondo la fonte, Apple sembrerebbe essere seriamente preoccupata dell’inserimento di un tablet di questo tipo nel mercato: grazie alla piattaforma sviluppata da nVidia, le performance offerte sarebbero infatti maggiori di quelle di iPad.

Sono in conclusione giunte al sito DigiTimes anche le prime stime sul prezzo, che dovrebbe aggirarsi intorno ai 789,75 dollari, circa 600 euro.

Ti potrebbe interessare
iOS vs. Android: il numero di attivazioni è il pomo della discordia
Android

iOS vs. Android: il numero di attivazioni è il pomo della discordia

Come da tradizione, anche durante l’ultimo keynote Steve Jobs non ha mancato di iniziare la presentazione dei nuovi prodotti e servizi di Apple elencando prima quelle che sono le statistiche dell’azienda di Cupertino, con numeri come al solito da capogiro.Tra i vari dati messi in luce, particolare interesse desta quello relativo alle attivazioni giornaliere di