QR code per la pagina originale

Motorola Moto E5 e E5 Plus, immagini ufficiali

I Moto E5/E5 Plus dovrebbero avere un telaio in alluminio, schermo 18:9, processori quad core, 3 GB di RAM, doppia fotocamera frontale e Android Oreo.

,

Tra pochi giorni verranno presentati i tre Moto G6, nuova generazione della popolare serie Motorola. Il produttore statunitense (o cinese, visto che dal 2014 il marchio è nelle mani di Lenovo) ha pianificato anche l’aggiornamento degli smartphone di fascia bassa con l’arrivo dei Moto E5/E5 Plus. Il noto leaker Roland Quandt ha condiviso su Twitter le prime immagini ufficiali dei dispositivi che dovrebbero essere annunciati tra maggio e giugno.

Le immagini sono ad alta risoluzione, quindi è possibile vedere il design in modo chiaro. Il telaio dei due smartphone è in alluminio (opaco per Moto E5 e lucido per Moto E5 Plus), lo schermo ha un rapporto di aspetto 18:9 e il lettore di impronte digitali è stato spostato sul retro (sotto il logo M) per ridurre lo spessore delle cornici. Il modulo fotografico ha una forma circolare simile a quella del Moto X4. Anche se si notano due fori nel Moto E5 Plus, la fotocamera posteriore è singola, come per il Moto E5. La dual camera è invece frontale.

Nelle immagini si distinguono chiaramente anche il jack audio da 3,5 millimetri e la porta micro USB, oltre ai pulsanti per accensione e volume. Il Moto E5 Plus dovrebbe avere uno schermo da 5,8 pollici con risoluzione HD+ (1440×720 pixel), processore Snapdragon 430, 3 GB di RAM e 32/64 GB di memoria flash, espandibili con schede microSD. Il Moto E5 avrà invece uno schermo più piccolo (forse 5,5 pollici) e probabilmente un processore MediaTek.

La migliore caratteristica dei Moto E5/E5 Plus sarà l’autonomia, per cui si prevede una batteria di elevata capacità (almeno 4.000 mAh). SU entrambi verrà installato Android 8.0 Oreo in versione quasi stock. Motorola apporta minime modifiche all’interfaccia originale e installa poche applicazioni proprietarie. Ulteriori informazioni verranno sicuramente divulgate nel corso dei prossimi giorni.

Fonte: Roland Quandt • Via: Roland Quandt • Immagine: Roland Quandt