QR code per la pagina originale

Huawei lancia il contest Rinascimento Urbano

Un'iniziativa messa in campo al fine di promuovere la riqualifica degli spazi cittadini: c'è tempo fino al 10 luglio per partecipare a Rinascimento Urbano.

,

Perfettamente in linea con lo slogan scelto per il lancio del top di gamma P20 Pro (“Un Nuovo Rinascimento della Fotografia”), fa oggi il suo debutto ufficiale il contest Rinascimento Urbano promosso da Huawei e aperto a tutti coloro che desiderano partecipare: l’obiettivo comune è quello di riqualificare uno spazio del nostro paese attraverso l’intervento della street artist Ale Senso che vi realizzerà un murale.

Chiunque può prendervi parte, fotografando un angolo della propria città e caricando l’immagine sul sito ufficiale del progetto. Attenzione alle tempistiche: bisogna farlo entro e non oltre il 10 luglio. Sarà possibile invitare poi i propri amici e familiari a votare per gli scatti condivisi, mentre quelli che avranno ottenuti più preferenze saranno passati in rassegna da una giuria selezionata da Huawei alla quale spetterà il non semplice compito di decretare il vincitore finale. In palio anche il trittico di smartphone portati sul mercato quest’anno dal produttore ovvero il modello P20 Lite, il P20 e il P20 Pro con tripla fotocamera nata dalla partnership con Leica.

Sfogliando il sito è già possibile guardare e votare le fotografie caricate dagli utenti, attraverso una mappa interattiva, assegnando una preferenza a quelle che più lo meritano.

Le fotografie caricate dagli utenti che partecipano al contest Rinascimento Urbano di Huawei, dislocate sulla mappa

Le fotografie caricate dagli utenti che partecipano al contest Rinascimento Urbano di Huawei, dislocate sulla mappa (immagine: Rinascimento Urbano).

Il concorso è stato annunciato nelle scorse settimane in occasione della consegna del titolo di Professore Onorario a Maurizio Cattelan da parte dell’Accademia di Belle Arti di Carrara. Per l’occasione l’artista ha scelto di ha prestare la propria fronte a un messaggio pubblicitario. Il compenso dell’operazione è stato interamente donato all’istituto toscano per finanziare borse di studio.

Fonte: Rinascimento Urbano