QR code per la pagina originale

ADSL e Fibra, meglio cambiare dopo 2 anni

Cambiare un abbonamento ADSL o Fibra può essere maggiormente conveniente dopo due anni quando si arrivano a guadagnare sino a 55 euro.

,

Cambiare provider ADSL o Fibra dopo 2 anni dall’attivazione dell’abbonamento permette di guadagnare sino a 55 euro abbattendo i costi di disdetta. Questo è quanto è stato calcolato dall’Osservatorio SosTariffe.it che ha voluto analizzare i costi di disattivazione e tutte le penali per il recesso eventualmente incluse nei contratti. L’Osservatorio ha scoperto che soprattutto negli ultimi tempi sono sempre più appetibili le offerte che garantiscono un prezzo bloccato per sempre, senza promozioni e sconti che riguardano i primi mesi e che gli utenti non sembrano più gradire.

Tuttavia, l’Osservatorio ha voluto analizzare questo fenomeno da un altro punto di vista e cioè considerando gli sconti che i provider offrono nel primo periodo dell’abbonamento come una sorta di rimborso indiretto dei costi di disdetta dovuti al vecchio operatore. Secondo i calcoli dell’Osservatorio, queste offerte permetterebbero non solo di azzerare i costi di disdetta, ma anche di garantire un guadagno fino a 55 euro a patto, però, di rimanere fedeli con il provider per 24 mesi. Quasi tutti i provider, infatti, prevedono vincoli contrattuali di 24 mesi ed in caso di disdette anticipate i consumatori sono costretti a pagare penali salate che prevedono la restituzioni dei bonus iniziali erogati.

Penali che possono essere recuperate, secondo questo studio, dagli sconti che i provider offrono alle nuove attivazioni. In media, questi bonus sono di 181 euro per le offerte basate sulla Fibra e di 168 euro per chi opta per le soluzioni ADSL. All’interno di queste cifre sono già inclusi sia i canoni mensili scontati che tutti gli eventuali bonus offerti.

Disdire la Fibra dopo solo un anno costa mediamente 209,50 euro, mentre disdire un’offerta di connettività su ADSL costa mediamente 195,4 euro. Grazie agli sconti per i nuovi clienti, queste spese possono essere recuperate quasi del tutto, con una perdita massima di circa 15 euro.

Se la disdetta avviene dopo due anni, invece, il passaggio ad un nuovo provider permette di guadagnare sino a 55 euro. Dopo 2 anni, infatti, normalmente non ci sono più penali e i consumatori devono pagare solo le eventuali spese di disattivazione della linea che sono di circa 130 euro per l’ADSL e di circa 139 euro per la fibra ottica.

Grazie ai bonus per i nuovi clienti, i consumatori non solo recupereranno le spese di disdetta ma otterranno, comunque, un guadagno. Se si deve cambiare provider, dunque, la scelta migliore, dal punto di vista economico, è farlo almeno dopo due anni di contratto.

Immagine: tommaso79 via iStock