QR code per la pagina originale

Google Maps segnala gli autovelox anche in Italia

Dopo l'annuncio di qualche mese fa, la segnalazione di autovelox fissi e mobili su Google Maps sbarca anche in Italia, su dispositivi Android.

,

Dopo l’annuncio di qualche mese fa, ed essere arrivata poco alla volta in diversi paesi, come gli USA, la segnalazione di autovelox fissi e mobili su Google Maps sbarca anche in Italia, su dispositivi Android.

Al momento non tutti i device hanno già ricevuto l’aggiornamento che permette di vedere le indicazioni di autovelox fissi e mobili sul percorso selezionato, quindi sarà necessario attendere qualche tempo prima che tutti gli utenti Android possano vedere la nuova funzione.

Per poter sperare di vedere le segnalazioni di autovelox nei paraggi, è necessaria almeno la versione 10.16.1 di Google Maps. Per quanto riguarda l’attivazione dello strumento, secondo le prime segnalazioni sembra che il tutto sia legato all’account Google, ciò significa che prima che tutti potranno usufruirine sarà necessario attendere diversi giorni.

La nuova feature è anche “collaborativa”, quindi, qualora un utente dovesse notare la presenza di autovelox non segnalati da Google Maps potrà segnalarne la presenza sfruttando il nuovo tasto flottante (una nuvoletta contenente un +). Lo stesso tastino permette anche di segnalare incidenti o rallentamenti.

Con con questo update, autovelox mobili o fissi si potranno vedere sia nell’anteprima del percorso che durante la navigazione vera e propria del tragitto selezionato.

Sempre sul fronte Google Maps, segnaliamo due altre novità: nei giorni scorsi la volpe che faceva da guida nella versione della funzione in realtà aumentata di Google Maps esibita lo scorso anno è stata rimossa, mentre presto sarà disponibile una nuova modalità in incognito grazie alla quale  tutti i luoghi cercati e navigati con Maps non saranno più collegati all’account Google dell’utente e quindi faranno perdere ogni loro “traccia” una volta cercati. Al momento ancora nessuna data o periodo di rilascio sono stati annunciati da Google sul palco del Google I/O 2019, ma con “arriverà presto” è probabile che vedremo la navigazione anonima di Maps nei prossimi mesi.