QR code per la pagina originale

Apple sospende il programma d’ascolto di Siri

Apple sospende il programma d'analisi degli spezzoni delle conversazioni Siri, allo scopo di garantire maggiore privacy agli utenti: ecco cosa farà.

,

Apple ha deciso di sospendere il programma aziendale di ascolto delle conversazioni anonime di Siri, implementato dalla società per migliorare il servizio d’assistenza vocale. È quanto ha comunicato il gruppo di Cupertino in una nota consegnata a TechCrunch, in risposta al caso sollevato negli ultimi giorni dal Guardian.

I pregressi sono ormai ben noti: qualche giorno fa, il Guardian ha pubblicato un’indagine relativa alle misure di ascolto e controllo delle conversazioni Siri da parte di Apple, allo scopo di analizzare il livello di comprensione dell’assistente vocale e la qualità delle risposte fornite all’utente. Secondo quanto riferito dalla testata, sulla base di alcune dichiarazioni rilasciate da informatori anonimi, Apple si sarebbe avvalsa anche di appaltatori di terze parti. Inoltre, la fonte conferma l’ascolto di porzioni di dialoghi molto privati, a volte catturati per sbaglio.

L’indiscrezione, tuttavia, è stata parzialmente ridimensionata negli scorsi giorni, dagli analisti di altre riviste di settore. Innanzitutto, Apple ha sempre informato gli utenti della possibilità che alcuni spezzoni di conversazione, resi del tutto anonimi, potessero essere analizzati dagli addetti della società per migliorare il funzionamento di Siri e la qualità delle risposte. Inoltre, non vengono raccolte informazioni quali l’Apple ID o la posizione dell’utente, per garantire il massimo della riservatezza.

In una nota consegnata a TechCrunch, così come già accennato, Apple ha confermato la sospensione del programma di analisi delle richieste poste a Siri, per trovare nuove soluzioni che si dirigano ulteriormente in direzione della protezione massima della privacy dell’utente.

Siamo impegnati nel garantire una grande esperienza con Siri, proteggendo contemporaneamente la privacy degli utenti. Per condurre un’estensiva revisione del processo, abbiamo deciso di sospendere l’analisi di Siri a livello globale. In aggiunta, come parte di un futuro aggiornamento software, includeremo la possibilità per l’utente di partecipare o meno a questo programma.