QR code per la pagina originale

Apple TV+: il 4K migliore del settore

Il nuovo Apple TV+, il servizio di streaming di Apple, garantisce uno dei bitrate in 4K più alti del settore: ecco i risultati di alcuni test.

,

Apple TV+, il nuovo servizio di streaming video di Apple, garantisce la migliore qualità di settore per la visione 4K. È quanto svela FlatpanelsHD, dopo aver condotto alcuni test sulla piattaforma: il bitrate vede una media di 30 Mbps, con picchi di oltre 40. Si tratta di una qualità solitamente riservata ai contenuti in download, e non hai servizi di streaming, come ad esempio l’acquisto di film in alta definizione su iTunes.

I test sono stati condotti da Rasmus Larsen, fondatore di FlatpanelsHD, e dimostrano l’elevata qualità della visione in 4K su Apple TV+. Utilizzando hardware apposito, come ad esempio le Apple TV abilitate proprio ai 4K, si raggiungono dei livelli di bitrate fra i più alti nel mercato dello streaming.

Il valore è variabile a seconda dello show prescelto, probabilmente a seconda delle scene tipiche e, di conseguenza, delle diverse necessità di encoding. “See”, la serie con protagonista Jason Momoa, vede il bitrate più alto: una media di 29 Mbps, con dei picchi di 41 Mbps. I documentari, come “La madre degli elefanti”, si assestano sui 26 Mbps, così come anche le altre produzioni, tra cui “Snoopy nello spazio”. Dei dati, come sottolineato da MacRumors, simili a un disco Blu-ray HD e circa la metà di un formato ottico UHD.

Per confronto, Netflix garantisce uno streaming in 4K di circa 16 Mbps di media, anche se la società ufficialmente richiede una connessione da almeno 25 Mbps per poter garantire l’accesso a questi contenuti.

Interessante sarà il confronto tra Apple TV+, il servizio partito ufficialmente lo scorso primo novembre, e il nuovo Disney+, in arrivo nelle prossime settimane. Secondo gli esperti, infatti, la sfida non sarà tra il gruppo di Cupertino e i player più blasonati sul mercato – come ad esempio Netflix o Amazon Prime Video – ma proprio con la piattaforma Disney. Mentre Apple vince sul prezzo, Disney ha il grande catalogo come asso nella manica: non resta quindi che attendere.