QR code per la pagina originale

Apple TV+ ha solo 2.5 milioni di utenti paganti?

Si ridimensionano i possibili risultati di Apple TV+: secondo un analista, il servizio potrebbe aver raggiunto circa 2,5 milioni di abbonati.

,

Si ridimensionano i numeri di Apple TV+, la piattaforma di streaming video di Apple. Nonostante la società di Cupertino non abbia diramato cifre sul suo servizio, inaugurato lo scorso primo novembre, nelle ultime settimane sono apparse online le più svariate analisi. Si è parlato addirittura di 33 milioni di utenti, tuttavia un nuovo report suggerisce cifre più contenute: sarebbero 2.5 milioni i sottoscrittori al piano a pagamento, che potrebbero diventare 26 entro il 2025.

La stima, così come riporta Cult Of Mac, proviene da Digital TV Research. Secondo l’analista Simon Murray, Apple TV+ potrebbe aver raggiunto i 2.5/2.6 milioni di utenti paganti, un dato destinato a incrementare leggermente entro fine anno, sfiorando i 2.9 milioni di abbonati. Entro il 2025 la società di Cupertino potrebbe tagliare il traguardo dei 26 milioni, lo stesso numero di abbonati che il rivale Disney+ ha conquistato in un paio di mesi.

Il dato, tuttavia, non preoccuperebbe la società di Cupertino: Apple non starebbe puntando su Apple TV+ per guadagnare ingenti somme di denaro, bensì come vetrina per i suoi tanti servizi e prodotti. Murray ha anche aggiunto:

Credo che Apple non veda Apple TV+ come una grande macchina da profitti. Lo vede come un incentivo per le persone affinché acquistino prodotti Apple, in modo simile a quello che Amazon Prime Video fa per i prodotti e i servizi Amazon.

Secondo l’analista, nei prossimi mesi Apple continuerà a offrire l’accesso alla piattaforma di streaming a un prezzo particolarmente allettante – quello di 4.99 euro con la possibilità di condivisione con sei membri della propria famiglia – e rinnoverà i suoi piani di visione gratuita. Ad esempio, la società di Apple Park ha offerto un anno di visione gratuita a tutti coloro che hanno acquistato un dispositivo del gruppo dopo lo scorso 10 settembre.