QR code per la pagina originale

Apple: schermi nel trackpad dei MacBook Pro

Apple potrebbe inserire uno schermo nei trackpad dei futuri MacBook Pro, per agevolare la digitazione e alcune delle funzioni più quotidiane.

,

Apple potrebbe rivoluzionare l’universo dei suoi MacBook Pro, estendendo l’esperienza già da qualche tempo disponibile con la Touch Bar. Il gruppo di Cupertino starebbe infatti pensando di inserire degli schermi all’interno dei trackpad dei suoi laptop, per agevolare gli utenti nell’esecuzione di alcune funzioni quotidiane. È quanto di apprende da un brevetto, sebbene non è dato sapere quando il sistema verrà effettivamente tradotto in un prodotto reale.

Il brevetto in questione, sottoposto come di consuetudine all’U.S. Patent and Trademark Office, spiega come introdurre degli “schermi ausiliari” all’interno dei trackpad di MacBook Pro. Non si tratta di pannelli touchscreen ad alta risoluzione e a colori, così come avviene per la TouchBar, bensì di un sistema per visualizzare del testo sulla classica superficie argentata del dispositivo.

Ad esempio, sulla superficie del trackpad potrebbero essere visualizzati i suggerimenti di digitazione e l’autocorrettore, affinché l’utente possa scegliere la parola preferita con un tocco solo. Ancora, lo strumento touchscreen potrebbe essere suddiviso in diverse aree per abilitare le funzionalità di copia, incolla e taglia. Non ultimo, potrebbero essere rese disponibili informazioni in merito al software che si sta utilizzando, suggerimenti, shortcut di tastiera e molto altro ancora.

Così come spiega la stessa Apple nel suo brevetto, per molti utenti è difficile mantenere il focus sullo schermo mentre si digita, poiché non tutti riescono a scrivere senza guardare la tastiera. Delle informazioni aggiuntive sul trackpad potrebbero ovviare a questa problematica, garantendo una maggiore velocità di scrittura e di lavoro.

Per rendere il sistema ancora più efficiente, Apple starebbe pensando a una tecnologia di rilevazione della posizione delle mani e degli eventuali ostacoli visivi: i menu contestuali potrebbero adattarsi a seconda del movimento delle dita, affinché i comandi non vengano mai coperti dalla visuale dell’utente.

Come consuetudine, non è dato sapere se e quando il brevetto verrà tradotto in un prodotto reale. Apple registra moltissimi brevetti durante l’anno, ma non tutti vengono effettivamente inclusi in nuovi device.