QR code per la pagina originale

Due dimensioni schermo per iPhone SE 2

Il futuro iPhone SE 2 potrebbe essere reso disponibile in due versioni, ovvero con schermo da 4.7 e da 5.5 pollici: ecco le indiscrezioni.

,

iPhone SE 2 potrebbe risultare disponibile in due dimensioni schermo, da 4.7 e 5.5 pollici. È questa l’indiscrezione emersa sullo smartphone che Apple potrebbe lanciare nel corso della primavera, come successore di iPhone 8: non a caso, molti analisti ritengono possa semplicemente chiamarsi iPhone 9. A quanto pare, la società di Cupertino sarebbe intenzionata a fornire una soluzione di upgrade anche ai nostalgici dei generosi display di iPhone 8 Plus.

Così come già ampiamente noto, Apple starebbe lavorando su uno smartphone pronto a ereditare l’estetica di iPhone 8, includendo però delle caratteristiche hardware molto più simili a iPhone 11, a partire dalla presenza di un processore A13. Stando a quanto riportato da 9to5Mac e MacRumors, il gruppo californiano potrebbe presentare una coppia di device, rispettivamente da 4.7 e 5.5 pollici.

Ovviamente, ereditando le fattezze di iPhone 8, questi dispositivi non vedranno un display edge-to-edge con top-notch, bensì un classico schermo quadrato con rilevatore di impronte digitali Touch incastonato nel pannello frontale. I prezzi di partenza dovrebbero essere di circa 399 dollari per i 4.7 pollici e di 499 per i 5.5 pollici.

Al momento non è dato sapere quando effettivamente Apple renderà disponibile questa linea di smartphone. Qualche settimana fa si è parlato di un evento con la stampa per il 31 marzo, ipotesi però sfumata data la diffusione globale del nuovo coronavirus e la conseguente necessità di limitare gli assembramenti pubblici. Il gruppo di Cupertino, ad esempio, ha già deciso di trasformare la WWDC di giugno in un evento esclusivamente online: non si esclude, di conseguenza, che anche la presentazione di questi device possa avvenire unicamente in diretta streaming. Un’alternativa potrebbe invece essere rappresentata dal lancio in estate, termine dell’epidemia permettendo.