QR code per la pagina originale

NASA e Nokia, insieme sulla Luna per le connessioni dati 4G

L'Agenzia spaziale statunitense vuole portare una connessione dati funzionante sul nostro satellite, preferendo il 4G al 5G.

,

La NASA aspira a portare sulla Luna una connessione dati 4G funzionante per fornire agli astronauti che vi atterreranno nel 2024 un metodo affidabile ed efficiente per comunicare tra di loro.

E per riuscirci ha deciso di affidarsi al supporto di Nokia. Così, mentre nel resto del pianeta si dibatte sulla bontà del 5G o di espanderne la copertura, l’Agenzia spaziale statunitense opta per un’altro percorso.

La NASA vuole riportare l’uomo sulla luna dopo l’ultimo sbarco avvenuto nel lontano 1972 con l’Apollo 17, che è stata anche l’ultima delle sei missioni americane che hanno consentito di far sbarcare degli astronauti sul nostro satellite. E non vuole lasciare nulla al caso.

La missione Artemis

“La missione Artemis vedrà la Luna come trampolino di lancio verso Marte. L’equipaggio potrà effettuare test prima della partenza e dirigersi verso il Pianeta rosso con le conoscenze adeguate per affrontare le sfide a venire”, ha svelato Jim Bridenstine, amministratore della NASA, qualche tempo fa. Ma prima verrà lanciata una missione senza equipaggio, Artemis 1, che a novembre del 2021 viaggerà verso l’orbita della Luna e testerà le prestazioni e le capacità di comunicazioni.

E in quest’ottica la tecnologia fornita da Nokia per la connessione 4G LTE sul nostro satellite potrà dire la sua. In appresso, infatti, dovrà aiutare gli astronauti nelle loro operazioni quotidiane, consentendo loro di comunicare tra di essi o con la Terra in maniera rapida e funzionale.

Un programma ambizioso e piuttosto articolato, quindi, tra missioni di cosmonauti in orbita lunare, veicoli da sbarco e sistemi di comunicazione che potrebbero essere il preludio alla realizzazione di future basi permanenti sulla superficie lunare, e successivamente a delle colonie anche su Marte.

Video:Open Innovation e Trasformazione Digitale: le testimonianze di Eni