Blue Origin, venduto il ticket per il primo viaggio spaziale turistico

Un offerente per ora anonimo si è assicurato all’asta per 28mln di dollari l’unico biglietto per il primo viaggio turistico nello spazio.

Ricordate l’asta lanciata da Blue Origin per vendere l’unico biglietto disponibile per la navicella New Shepard per il suo primo viaggio turistico suborbitale? Ebbene, l’asta si è finalmente chiusa lo scorso sabato dopo una diretta live in streaming online, e il ticket è stato venduto per 28 milioni di dollari. Lo ha comunicato la stessa azienda che fa capo a Jeff Bezos, in una nota dove vengono evidenziati anche i numeri dell’iniziativa: cominciata all’inizio di maggio, la gara ha attirato offerte da oltre 7.000 partecipanti provenienti da 159 Paesi, con il prezzo che fino a venerdì notte scorso si era attestato a 4,8 milioni di dollari, prima dell’asta conclusiva del giorno dopo. L’identità dell’aggiudicatario non è stata ancora resa pubblica, ma sarà rivelata nelle prossime settimane, ha affermato Blue Origin.

Blue Origin: turisti nello spazio


Lo scorso 7 maggio, Blue Origin, la compagnia missilistica del miliardario Jeff Bezos e dell’ingegnere aerospaziale Rob Meyerson, ha comunicato che il 20 luglio di quest’anno compirà il suo primo viaggio turistico suborbitale con la navicella New Shepard.

Quest’ultima potrà ospitare quattro passeggeri, tre dei quali già sicuri, compresi lo stesso Bezos e suo fratello minore, Mark. Il quarto e unico posto disponibile, Blue Origin ha pensato di metterlo all’asta, con il ricavato poi devoluto a Club for the Future, la fondazione di Blue Origin focalizzata sui programmi di istruzione STEM. Il lancio è previsto in Texas il 20 luglio, 15 giorni dopo che Bezos dovrebbe farsi da parte come amministratore delegato di Amazon.

“Sin da quando avevo cinque anni, sogno di viaggiare nello spazio. Il 20 luglio farò quel viaggio con mio fratello. La più grande avventura, con la mia migliore amica”, ha detto Bezos in un post su Instagram la scorsa settimana.

Ad oggi sono stati effettuati 15 voli di prova della capsula New Shepard. Tutti hanno avuto successo, ad eccezione del primo, nell’aprile 2015, quando il razzo ha subito un atterraggio di fortuna, sebbene la capsula sia tornata sulla Terra sana e salva. In caso di successo, il viaggio su New Shepard sarebbe il primo volo spaziale commerciale a portare un civile oltre la linea di Kármán, il confine dello spazio riconosciuto a livello internazionale, a più di 100Km sopra la Terra.

Ti potrebbe interessare