Green Pass: il Ministero attiva funzione recupero dell’Authcode

Il Ministero della Salute rende disponibile una nuova funzione per recuperare l’AUTHCODE del Green Pass in autonomia.

Parliamo di

Il Ministero della Salute ha reso disponibile una nuova applicazione che consente a tutti coloro che hanno i requisiti per la Certificazione Verde COVID-19 (Green Pass) ma non hanno ricevuto o hanno smarrito l’SMS o l’email, di recuperare l’AUTHCODE in autonomia. Basta infatti recarsi sul sito www.dgc.gov.it e, seguendo le istruzioni sullo schermo, inserire il codice fiscale, le ultime otto cifre della tessera sanitaria e la data dell’ultima vaccinazione, del prelievo del tampone o, per le certificazioni di guarigione, la data del primo tampone molecolare positivo. Una volta ottenuto l’AUTHCODE si potrà scaricare la Certificazione dallo stesso sito con Tessera Sanitaria o con a app IMMUNI.

Green Pass e utilizzo


Come descritto in una nota sul sito del Ministero, “anche i dipendenti delle istituzioni dell’UE, il personale diplomatico e il personale di enti e organizzazioni internazionali e relativi familiari a carico, che vivono sul territorio nazionale e che sono stati vaccinati in Italia, nonché i cittadini italiani iscritti all’A.I.R.E., possono acquisire la certificazione verde COVID-19 dal sito istituzionale www.dgc.gov.it inserendo il codice fiscale o l’identificativo assegnato da Sistema Tessera Sanitaria per accedere alla vaccinazione e la data dell’ultima vaccinazione, senza la necessità dell’AUTHCODE.

Il Green Pass COVID-19 è richiesta in Italia per partecipare alle feste per cerimonie civili e religiose, accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”.

Ricordiamo che dal 6 agosto, il Green Pass servirà, inoltre, per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici. Dal 1 luglio la Certificazione verde COVID-19 è valida come EU digital COVID certificate e rende più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen.

Ti potrebbe interessare